mercoledì 19 giugno 2013

Il Presidente Giorgio Napolitano: troppa libertà sul Web, offendono la mia onorabilità

.....esatto. Il Capo dello Stato, se sarà confermata la news, ritiene che in rete, sul WEB per intedersi, ne offendono la sua onorabilità: se è così è cosa riprovevole perchè l'Alta funzione ricoperta è uno dei perni delle Istituzioni repubblicani, anzi l'utimo perno credibile ancora...... VA REPRESSA NEI MODI E NELLE FORME PREVISTE DALLA LEGGE; ma altra cosa invece è se si vuole intendere che sul WEB si parla in libertà e che qualcuno esagera e insulta e si prende questa minoranza incivile per dare una lezione a chi in rete, non avendo altri modi per far sentire la propria voce nel modo tradizionale, semplicemente dice la sua.
Non sarebbe la prima volta che accade: da anni la politica italiana ci prova; a aprtire dal DDL Levi dell'Ulivo ai giorni nostri è tutto un cercare un modo per tacitarla e tacitare chi dice la sua in maniera civile e democratica ..... forse perchè si teme il semplice fatto che il cittadino si esprima? O forse perchè il paese ufficiale mal sopporta qualunque voce dissonante dal coro genrale che di volta in volta incensa il messia di turno che dovrebbe salvarci dal disastro, per poi scoprire che ha fatto più danni del suo predecessore? Sarebbe grave se fosse così: ci metterebbe allo stesso livello di paesi come la Corea del Nord, la Cina, l'Iran e .. ora, solo ora, la Turchia (e non è finita) e non è un bel viatico per un paese che da lezioni di democrazia agli altri: in casa propria è una musica altrove ne suona un altra... qualcosa non va.
Ci sarà o no un motivo per cui in rete sbucano fuori cose che criticano, per usare un eufemismo, la politica? E' credibile una politica che è autoreferenziale, auto-assolvente, a personam, ecc.? Ci sarà o no un motivo per cui i pentastellati hanno preso i voti che hanno preso alle ultime elezioni (anche se li stanno perdendo alla stessa velocità grazie alle talebanate del vertice)?
E' credibile una politica corrotta, collusa, ecc.? E perchè mai difenderla a tutti i costi legittimandola? e perchè mai anzichè spingere per allargare il controlo democratico dei cittadini li si spinge in mano ad oligarchie chiuse e per giunta infiltrate da interessi terzi non sempre controllabili e chiari e trasparenti come le lobby finanziarie?
Se non è credibile allora perchè non al si spinge a mettersi da parte a usicre dalle istituzioni?
Ci sono leggi e codici per chi offende e calunnia le si applichino. Ma non si prenda a spunto alcune cose per fare i conti con tutto il WEB italiano: sarebbe una cosa grave come dicevo, anche perchè non può essere fermato: lo elimini di qui e rispunta altrove: partita persa; meglio invece capirne funzioni e senso; meglio rendere trasparenti le politiche; meglio evitare inciuci; meglio far entrare l'etica  in politica anzichè mettere in galera chi dissente: lo si rende eroe e martire e basta... anzichè monitare, e qualche volta smentire per poi rimonitare sullo stesso argomento, si faccia il proprio lavoro e lo si faccia bene nell'interesse del paese e non di élite piccole pur se potenti. Il muro, l'argine, mondiale eretto a difesa di chi comanda e di chi tira i fili sta crollando: meglio prenderne atto e aprire le porte prima che le stesse vengano abbattute dal prossimo tsunami che potrebbe essere stavolta "non" elettorale ma sociale .... sarebbe una cosa pessima tagliare l'ultima valvola di sfogo: una democrazia matura non teme nè insulti nè dissensi perchè se fosse così non sarebbe più una democrazia ma "altro": una cosa che per ora non si può definire meglio ma il cui odore è pessimo..... una cosa che in questo paese abbiamo già vissuto dolorosamente e per cui proprio la generazione del Presidente ha contribuito personalmente ad eliminare dando a tutti un sistema democratico: speriamo ..... nel frattempo sul blog di Andrea Malvilla (e non solo) una prima risposta c'è stata: non completamente condivisibile nei toni ma nella sostanza si, eccome......
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore