venerdì 13 dicembre 2013

... e la chiamano stabilità.

Ci dicono che dobbiamo sacrificare per rimanere in europa, quindi giù duri con depressione della domanda; eliminazione, in nome di una incredbile crescita, dei vincoli e dei diritti sociali; tagli a pensioni, sanità, scuola, università, al sociale; riduzione dello stato (affamare la bestia; ricordate il motto di reagan, uno dei campioni del pantheon del PDmenoelle?) non solo nell'economia, ma dovunque; tasse e tasse e tasse e ancora tasse (di ogni genere e di ogni livello) ma senza controprestazioni in servizi e altro; finanziamento delle banche, piene di titoli dello stato (a proposito la germania ha proposto che i titoli pubblici, soprattutto quelli dei paesi in crisi, quindi anche i nostri, siano considerati alla pari di quelli privati e quindi sottoposti a vigilanza della BCE in tema di unificazione bancaria europea non è un buon inizio perchè si restringerà ancora di più il credito a famiglie e imprese...), e loro mantenimento in vita anche quando sono alla canna del gas a spese di tutto il resto; finanziamento del FSM (acquistando titoli che hanno almeno AA+, quindi non i nostri, per mantenere un fondo che dovrebbe salvare gli stati dalla crisi.. peccato che ciò avverrà a prezzo di enormi sacrifici dei popoli; da qui in poi è più facile..... tav (20 mld); difesa (6 mld più altri miliardi per F35, navi FREEM, elicotteri da combattimento, portaerei, carri armati, ecc.); opere autostradali; tagli alle "normali" ferrovie; ecc. dubbi sul fatto che il debito pubblico sia, ancora, aumentato battendo un altro record proprio a novembre? E, se siamo in crisi e non possiamo trovare nemmeno un cent da dare a esodati e altri, come mai invece per il precedente elenco di cose i soldi si trovano eccome? E da  dove arrivan così copiosi? Perchè mica è finita qui, ora viene il bello:
  1. 5 mln alla fiera di verona;
  2. 1 mln alla stampa italiana all'estero;
  3. 20 mln a radio radicale;
  4. 4,5 mln per convegni ed eventi inerenti .... la I° guerra mondiale;
  5. prebende alla stampa, anche di partito;
  6. 9 mln per promuovere la lingua slovena nella PA;
  7. mancata liquidazione delloa società Stretto di Messina;
  8. 10 mln per i luoghi della memoria di Giovanni XXIII;
  9. 300 mila euro per il centro di documentazione ebraico... qui forse sarebbe anche interessante farlo ma in tempi di crisi dove la sanità chiude a tambur battente...;
  10. il rimborso elettorale per qualunque livello dal locale al politico;
  11. per non dimenticare il maxi-maxi sconto alla lobby delle slot nachine che da 97 mld è sceso a 300 mln.... e nemmeno questi vogliono pagare.
  12. ennesimo regalo alle banche con la rivalutazione delle quote da esse possedute i bancha d'italia o meglio il controllore che è presieduto dal controllato.... e ciò si aggiunge ai 100 mld ricevuti dalla BCE, in realtà soldi nostri, al tasso del 1% e che mai restituiranno...
  13. last but not least un bel condono per gli evasori, dopo lo scudo tremontiano, con sconti e saldi mentre paghiamo e continuiamno a pagare non solo lo scotto della crisi ma pure al loro posto.. provate voi comuni mortali a non pagare qualcosa!
.. la legge istitutiva della ex finanziaria vieta queste prebende, eppure i partiti se ne fregano.
Con i chiari di luna, almeno così dicono, che stiamo vivendo con la ex classe media e le ex partite iva e simili che si son svegliate e dal 9 dicembre sono in piazza tutti i giorni, tutto quanto sopra ERA STRETTAMENTE NECESSARIO?
buon week end... si fa sempre per dire
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore