lunedì 6 ottobre 2014

Volevano un nemico? Se lo sono costruito...

Come fai a sviare l'attenzione dalle tasche, e prossimamente anche le pance, e (contemporaneamente) come accaparrarsi un altra fetta di risorse energetiche per meglio far fare profitti agli sponsor del ceto politico-affaristico che attualmente s'è appropriato del potere in occidente ammantandosi del vessillo della democrazia e della libertà? Crei il mostro.... lo schema è sempre lo stesso:
  1. provochi l'incidente (Golfo del Tonchino) o la morte dell'innocente (le persone sgozzate o le torri gemelle) o, se ce l'hai bell'è pronto come nel caso dell'urss, demonizzi l'avversario fino al parossismo;
  2. spingi i media a far filtrare solo contenuti che ti tornano comodo...... metti il tappo, ad esempio, sulle stragi di gaza ma fai vedere il dito rotto dell'altro che correva a nascondersi....
  3. finanzi, di nascosto e via qualche fondazione araba compiacente (ce ne sono diversi esempi ad esempio i talebani finanziati fdagli americani contro i sovietici o l'isis finanziato perchè "combatteva" contro il satrapo siriano .. peccato non abbiano letto i fratelli karamazov), qualche gruppuscolo di esaltati e crei le condizioni affinchè possano farsi pubblicità e proseliti (e ci si fa fotografare con i suoi capi com'è capitato con J. Mccain) in occidente...
avrete un quadro di come si fa a creare la cornice e il quadro al suo interno della terza guerra mondiale.
Chi ha pensato, perchè qualcuno non solo l'ha pensato ma anche teorizzato anni fa, una cosa del genere? Samuel P. Huntington, volevate un nome? Eccolo.... il cocktail è pronto per essere servito; eccovi un esempio: "secondo l'articolo e il libro, i conflitti successivi alla Guerra Fredda si verificherebbero con maggiore frequenza e violenza lungo le linee di divisione culturale e non più politico-ideologiche, come accadeva nel XX secolo. Huntington crede che la divisione del mondo in Stati sia riduttiva, e che questo vada invece suddiviso a seconda delle civiltà, quindi ne enumera nove: Occidentale, Latinoamericana, Africana, Islamica, Sinica, Indù, Ortodossa, Buddista e Giapponese". Altri furono più equilibrati, Toynbee ad esempio, quando sosteneva che "la storia di una civiltà si presenta nei termini di sfide e risposte. Le civiltà si formano in risposta a una serie di sfide difficili, nelle quali "minoranze creative" escogitano soluzioni che riorientano l'intera società. Sfide e risposte possono essere di natura fisica, come quando i Sumeri riuscirono a sfruttare le paludi irriducibili del sud dell'Iraq organizzando gli abitanti neolitici in una società capace di grandi progetti di irrigazione. Possono essere anche di natura sociale, come quando la Chiesa cattolica risolse il caos dell'Europa post-romana inscrivendo i nuovi reami germanici in una singola comunità religiosa. Quando le civiltà rispondono alle sfide, esse si sviluppano. Le civiltà declinano quando i loro leader smettono di rispondere creativamente, e le civiltà sprofondano a causa del nazionalismo, del militarismo e della tirannia di minoranze dispotiche. Toynbee riteneva che "le civiltà muoiono per suicidio, non per assassinio." ed in particolare, prendendo spunto dall'elite confuciana cresciuta durante il regime degli Han occidentali ed orientali, in Cina, anche per l'eccessivo interesse privato in atti pubblici (Mankind and Mother Earth, 1976, Oxford). Le civiltà non sono macchine inalterabili e intangibili, bensì reti di relazioni sociali entro i propri confini e sono quindi soggette alle decisioni, buone o cattive, che esse assumono".
Il punto é: è possibile un altra strada? Si, naturalmente perchè NON SI SAREBBE DOVUTO DAR CREDITO AI TEORICI DELLO SCOTNRO DI CIVILTA' e ai loro esponenti, in primis: non dovevamo dar credito, per esempio, a Bush che volle distruggere l'iraq e l'afghanistan solo per dare in pasto il cattivo ai suoi cittadini mentre poco dopo l'attentato alle torri gemelle la famiglia Bin laden veniva aiutata a filarsela dagli usa ... gli affari son sempre affari e questa famiglia aveva molti affari in corso con i Bush!
Come si sente il giovane, di prima e di seconda generazione, musulmano che da un lato è di fatto escluso da tutto nel suo paese di adozione e dall'altro si sente criminalizzato? Come può sentirsi questo giovane che cresce con una rabbia dentro perchè non è cittadino del paese che gli da la cittadinanza e nemmeno parte del paese di origine dei suoi genitori?
Nel frattempo....

con il beneplacito della turchia islamizzata che ringrazia sentitamente per l'eliminazione di un suo problema ultracentenario, i curdi........
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore