martedì 31 marzo 2015

lavoro e occupazione: ancora balle....

Nonostante il battage fatto dai media e dallo stesso governo sui dati "positivi" e sulla crescita, del tutto drogata grazie agli incentivi e al tanto mitizzato job act, la realtà arriva con tutto il suo peso tragico: i dati sono, a dir poco, sconfortanti:
  1. Contratti, solo un effetto rimbalzo. Non lo dice un sindacato "comunista" ma il sole24 ore, ossia la confindustria. Al netto delle cessazioni, i nuovi contratti a tempo indeterminato nei primi due mesi dell’anno sono pari a 45.073 poco più della metà dei 79mila sbandierati nei giorni scorsi. Una debacle..... altro che ripresa e bubbole dette! A parte i profittatori e gli opportunisti, che non stanno esitando a licenziare per assumere a basso costo giovani schiavi, il resto del mondo del lavoro è fermo, anzi ha messo la retromarcia....
  2. disoccupazione in generale e giovanile in particolare. Un altro record "storico" (checchè ne dica il Sen. Ichino che rilascia interviste ottimistiche... e ti credo è fra i padri di queste "riforme") raggiunto: il tasso, provvisorio, della disoccupazione giovanile è arrivato al 42,6% (al sud sfiora il 60%) mentre quella generale è di poco sotto al 13% (con forti oscillazioni al sud e fra le donne): altra debacle....
Mi chiedo: ma gli italiani sono davvero così "ingenui (per usare un eufemismo)" da crederci? Non è possibile che qualcosa di così fasullo possa essere credibile. Non è un caso che, approfittando del crollo di Forza Italia (oggi un pezzo da novanta del suo stato maggiore se n'è andato) e dello stallo dei 5Stelle, approvato l'italicum, si torni di corsa alle elezioni generali: ogni momento è buono da domani a metà del 2016....ma la vera notizia è: la riemersione del famoso documento sulla spending review di Cottarelli. Fra le altre cose emergono in maniera chiara “.... misteriosi e non accessibili molti dei flussi finanziari che rappresentano forme diverse di finanziamento del sistema della politica nel nostro Paese”: insomma non riusciva a capire chi mandasse, e per quali vie non trasparenti, fiumi di denaro alla politica!!!!
p.s.
insomma in renzismo rischia di divenire la faccia oscura del già tanto oscuro belusconismo da cui discende... perchè se allora, per motivi puramente strumentali, c'era almeno qualcuno che alzava il ditino, timidamente, e faceva domande "pericolose e tendenziose" oggi, a parte i 5Stelle, non si vede nessuno proprio dello star system fare la stessa cosa: cosa comprensibilissima se si pensa che non sono stati capaci nemmeno di tagliare un cent dai loro stipendi.... nemmeno per i condannati!!!! Eppure i sondaggi son chiari, ammesso che siano validi, ossia il pdmenoellepiùrenzi rischia di stravincere per mancanza di avversari più che per propri meriti......... eccezion fatta per l'enorme astensione annunciata da parte dei cittadini: di cui non frega nulla a nessuno. Lo si può anche capire: con le élite finanziarie, oscure e non, che tifano per chiunque gli garantisca lo status quo e sono pronte a metter mani in tasca per finanziarlo cosa vuoi che siano 40 mln di elettori!
p.s. 2
i dati citati sono tutti facilmente reperibili sui media.. io li ho presi dal Fatto Quotidiano e controllati sui siti ufficiali del sole24 ore e dell'Istat
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore