martedì 1 settembre 2015

44 mila in più....

tanto rumore per nulla..... + 44 mila posti di lavoro. S'inneggia alla ripresa, al corretto funzionamento del job act ecc. in realtà anche se l'aumento degli occupati è sempre positivo di ripresa del lavoro non si può proprio parlare: qui si parla di una diminuzione dal 12.9 al 12%, quindi uno 0,9: niente a che vedere che so con l'america del new deal che dava lavoro, anche facendo buchi per poi riempirli, che vedeva centinaia di migliaia di posti di lavoro in più in pochissimo tempo. Lì però c'era lo Stato che interveniva (nonostante il parere contrario della finanza storica, prescott bush in testa.. lo stesso che finanziava i nazisti della prima ora); c'era anche la paura del comunismo (molto teorica e sventolata ai ceti abbienti per fargli scucire montagne di soldi attraverso una tassa sui grandi patrimoni del 400% più alta del normale); c'era la necessità di risollevare le sorti di una intera nazione: insomma un altro pianeta molto lontano da noi... oggi non è così: la finanza non ha confini e gestisce trilioni di dollaroni che si muovono a velocità luce per il pianeta sempre a caccia di investimenti per specularci sopra; c'è un ceto dirigente non all'altezza della situazione; un enorme massa di diseredati sempre, compassionevolmente e per gentile concessione della politica e della finanza, tenuti poco sopra il limite della sopravvivenza e che vive una vita precaria senza alcuna possibilità di migliorare la propria condizione (Orwell docet), anzi di fronte ha l'attrettanto grande massa di poveri veri verso cui rischia di scivolare. Quel 0,9 hai voglia a sventolarlo... c'è poco da festeggiare anche perchè semmai può esser letto, molto più correttamente secondo me, come il fallimento, un altro, della ricetta liberista che continuano pedestremente a seguire!
Vi suggerisco di leggere quest'articolo di Pietro Garibaldi per la Voce.info (non certo un covo di comunisti disfattisti) pubblicato oggi sul Fatto Quotidiano dal Titolo "Lavoro, la calda estate delle statistiche difficili dal leggere" perchè da un esempio, semmai non fosse chiaro ai più, di COME si leggono i dati e di COME li si interpretano senza trionfalismi......
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore