martedì 5 gennaio 2016

Hebdo: un anno dopo

E' passato un anno da quando hanno cercato, non riuscendovi, di chiudere Charlie Hebdo con le armi: sia chiaro l'esecrazione è stata generale ma... fu davvero solidarietà? Ne dubito perchè in Francia, e non solo, non erano in pochi a, come dire, sperare che questo giornale satirico morisse: magari non che morissero i suoi giornalisti ma la testata si e magari d'inedia per mancanza di lettori: e invece no; il terrorismo, animale stupido, l'ha non solo rivitalizzato ma addirittura ha reso martiri i suoi giornalisti ammazzandone un pò. A quel punto i gufi (....) e gli avvoltoi si son ritirati in buon ordine e anzi han dovuto sfilare, blindati e a km di distanza dal corteo ufficiale, per dimostrare la "solidarietà" all'odiato giornale in ipocrita atteggiamento contrito; si proprio ipocrita perchè a questi di Charlie Hebdo e della satira graffiante che fa non gliene ne fregava nulla e se chiudeva era anche meglio: ma quel giorno tutto ciò lo divettero rinchiudere nei meandri oscuri della politica. Bene un anno è passato e Parigi nel frattempo è tornata sotto attacco: stavolta è toccato al Bataclan ma lo spirito era lo stesso e la stupidità pure... altri morti e mezz'europa in allarme per i foreign fighters e i loro sodali sempre sfuggiti, si spera per incompetenza, delle forze dell'ordine. Ma come ha reagito Charlie Hebdo all'anniversario? Alla sua maniera, naturalmente.....
a me pare chiaro e il Direttore del giornale, peraltro un sopravvissuto all'attacco ha dichiarato, in difesa dei principi di laicità e della linea del giornale ha attaccato "i fanatici abbrutiti dal Corano e i baciapile di altre religioni che auspicavano la morte del giornale per aver  osato ridere della religione Le convinzioni degli atei e dei laici possono spostare più montagne delle fede dei credenti".....  COME DARGLI TORTO? questo in Francia. Ad un anno di distanza chiediamoci: se fosse successo in Italia come sarebbe andata? I vari baciapile si sarebbero zittiti o sarebbe uscito fuori il solito italiota buonista a dire le solite cose ipocrite in nome dei valori occidentali e delle tradizioni? Pensateci un pò perchè se è vero che qui di soloni sempre pronti a dire la propria e a pontificare sui "valori" spesso sono gli stessi che poi sotto casa propria non tollerano che ci siano variazioni sul tema della propria sicurezza e tranquillità... o per dirla meglio in nome "non nel mio giardino" mentre in quello altrui va bene sempre che sia la solita storia strappalacrime che muove i sentimenti.. altrui.
JE SUIS CHARLIE HEBDO, ANCHE UN ANNO DOPO......
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore