mercoledì 20 aprile 2016

.. intanto nel pacifico..

Già cosa sta accadendo nel Pacifico? E come mai la FEMA (la protezione civile americana) sta tenendo la più grossa esercitazione di protezione dai terremoti della sua storia coinvolgendo oltre 10 mila addetti (anche militari) e altrettanti volontari (sia soccorritori che "feriti e vittime")?
E' noto che il Pacifico ospita il cosiddetto "anello di fuoco" ossia la catena senza soluzione di continuità di vuilcani, punti caldi, caldere ecc. sotto il mare e questo "anello" non è per nulla dormiente ma estremamente attivo essendo la conseguenza della collisione di varie placche e sottoplacche che si trovano in stato di continua tensione, come ben sappiamo... ora da qualche anno, secondo qualche scienziato anche a causa dell'allentamento del magnetismo terrestre considerato come un prodromo (in certi casi, e sempre secondo una corrente di pensiero, anche repentino) all'inversione dei poli magnetici: una cosa che, si presume, accada ogni 10-12 mila anni e, guarda caso, l'ultimo è accaduto giusto 12.500 anni fa..... questo processo potrebbe portare a uno squilibrio della crosta e ai conseguenti terremoti e ad un'accentuata attività vulcanica: cosa che, se ci si fa caso, sta accadendo proprio in questi anni: alcuni vulcani si sono risvegliati e altri danno segni di farlo. Ma, e qui cade l'asino, come se non bastasse anche l'attiività tettonica sta aumentando: altrimenti non si spiegherebbe il verificarsi di terremoti di forte entità in sequenza in Giappone, Equador, confine India-Pakistan tutte zone lambite dal suindicato anello di fuoco (un esauriente spiegazione la trovate su Wikipedia alla voce "cintura di fuoco")!
Ora se la cosa si fermasse qui non sarebbe un inestricabile problema: si ci sono forti terremoti e un vulcanismo accentuato ma alla fine tutto può far parte del normale ciclo del pianeta; in realtà a entrare in gioco ci sono altre due variabili che devono essere prese in considerazione:
  1. la deriva/ slittamento della crosta terrestre;
  2. la isostasia dell'equilibrio litosfera-astenosfera terrestre, equilibrio che anch'esso a molto a che fare con la gravità e le sue oscillazioni (fonte (wikipedia: isostasia)
i due fenomeni sono fra loro collegati ma hanno premesse e conseguenze diverse e, se agiscono insieme, possono determinare anche la sparizione di una civilità se non la sua completa distruzione: sembrano proprio queste la cause, sempre se i miti presenti in tutte le antiche culture conosciute hanno almeno una parte di verità, della sparizione di quella prima civiltà che alcuni chiamano atlantide, altri "alieni", altri ancora "l'era dell'oro o degli eroi semidivini", altri, infine, altri ancora la storia prima della preistoria le cui tracce sarebbero sparse per il pianeta: soprattutto sotto centinaia di metri di acqua...... perchè se la corrente ufficiale sostiene che questi fenomeni avvengono con un processo relativamente lento altri, e portano a conferma tonnellate di dati a conferma della propria tesi, sostengono che a certe condizioni (periodo del massimo glaciale e successivo rapido scioglimento dei ghiacci ad esempio o cambio repentino dell'asse magnetico terrestre, ecc. le cause possono essere tante e anche in concorso fra loro) l'equilibrio gravitazionale fra litosfera e astenosfera può aver provocato, e provocare tuttora, uno slittamento "rapido (se non rapidissimo)" della prima, anche di migliaia di km, sulla seconda con tutte le conseguenze che si possono ben immaginare..... al momento sono teorie non verificabili: ogni singolo dato che ho potuto leggere o trovare (in rete e non), possono essere letti in entrambi i modi e quindi rimangono tali finchè... bé non ce lo auguriamo certo di vederlo, vero? La scienza è si teoria ma anche empirismo e, come in tutte le cose e costruzioni umane, ha una sua debolezza intrinseca perchè finchè non c'è la pistola fumante sono chiacchiere d'accademia e facoltà: sempre che non vogliamo "credere" alle tante storie, leggende e miti che gli antichi ci hanno trasmesso..... ad esempio, sempre secondo qualche "eretico", il calendario zodiacale (quello che tanti di noi leggono per sapere quale segno gli è favorevole e quale contrario e che in realtà, letto in altro modo, non sarebeb altro che un orologio temporale con il quale i cosiddetti antichi, quelli della storia prima della preistoria, segnavano gli eventi, ance catastrofici legandoli alle congiunzioni astrali dei vari segni segnandono il passaggio in maniera perenne... in pratica a futura memoria) altro non è che uno studio attento proprio dei periodi glaciazione/de-glaciazione: quasi a voler trasmettere ai posteri un messaggio attraverso il quale comprendere e attrezzarsi per l'avvento dei cicli caldo/ghiaccio e slittamento/dislocazione della litosfera quanto mai preciso per i tempi (visto che la scienza ufficiale li disegna nelle caverne)  e un messaggio per i posteri quasi ad avvertirli di quanto possono essere testimoni.... penso sempre, quando affronto queste tematiche, che se solo fosse vero l'1% di quanto raccontato ce n'è ben donde da stare attenti e mi convinco una votla di più che qui siamo solo in affitto e che questo contratto è in scadenza..
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore