martedì 1 luglio 2008

L'inflazione: galoppa!! Noi? alla fame!

E mentre il sottoscritto cerca casa (a proposito se qualcuno nella zona di massa affitta una casa mi contatti, grazie!) arriva l'ennesima stangata inflattiva (non mi importa che siamo nella media europea, da noi a differnza di altri i salari sono più basi e morde di più) che si va ad aggiungere ai rincari del petrolio e delle bollette che riducono ancora di più lo spazio per vivere dei cittadini. Insomma siamo messi male e la cosa che più mi fa inkazzare e che la casta pensa solo a salvarsi e a misurarsi al suo interno in un gioco di potere pericoloso e autodistruttivo: il problema e che si distruggessero fra loro credo che pochi li rimpiangerebbero, il vero problema è che rovinano anche la nostra di vita e questo non va bene. Rimaniamo in attesa della finanza creativa tremontiana, ma nel frattempo le famiglie si trovano a dover fare i conti con un portafoglio microscopico e insufficiente a farvi fronte se non tagliando letteralmente tagliando i viveri e anche l'essenziale per sopravvivere: di solito un governo interessato al bene dei suoi cittadini da un lato prenderebbe iniziative per farvi fronte (può farlo non credete alla favola che di frotne al mercato si è impotenti perchè nel mondo civile il mercato è SEMPRE regolato) dall'altro agirebbe sulle accise e sui tributi per farli agire da bilanciere e mettere in atto politiche di salvaguardia del potere d'acquisto e, infine, metterebbe una bella mordacchia agli evasori (genere manette agli evasori e non solo multe e poc'altro ma qui è un'altro problema perchè proprio nella casta si è fatta strada la depenalizzazione del falso in bilancio e quindi lupo non mangia lupo) colpendoli duramente. Dove sono le politiche per la casa e quelle per la famiglie? ma soprattutto perchè ci ostiniamo a votarli mi rimane un mistero: una volta si diceva una risata vi seppellirà ma mi sà che stavolta a ridere saranno loro non noi. Invece qui da un lato sentiamo le "idee" rivoluzionarie di chi dovrebbe gestire l'erario pubblico, dall'altro si "depura" l'inflazione di quella importata (altra cosa astrusa come l'inflazione eprcepita e l'aumento contrattuale basato sull'inflazione programmata ossia tutte cose per far rimanere al palo il potere d'acquisto di chi lavora davvero mentre altri si arricchiscono oscenamente fregandosene di tutto e tutti al riparo dell'impunità quasi assoluta) e quindi i prossimi contratti saranno come questi: da fame mentre tutto il resto corre a velocità folle. Se è scontato che America latina docet in fatto di fallimenti di interi stati è altrettanto scontato credere che non sarà fatto nulla e tutto si risolverà nel solito rito mediatico, complici le o.s., di tira e molla di cui le vittime saranno come sempre i soliti noti..............
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore