martedì 14 ottobre 2008

ma perchè aiutare chi ci ha rifilato il proprio debito?

Proprio non ci arrivo: tutti a parlare della crisi che arriva e tutti a precipitarsi a dire che si devono salvare le istituzioni finanziarie e connessi; in america ci sono reprimende per chi ha guadagnato milioni di dollaroni a scapito di chi di soldi e aveva pochi. Nessuno invece che parli del vero male di cui soffre il sistema: l'accrescimento della ricchezza a scapito della maggioranza della popolazione. Infatti è questo il problema il sistema liberista che da 20 anni e oltre ci governa e che ha avvelenato non solo il capitalismo ma le società stesse creando una disparità enorme al suo interno fra chi aveva troppo e chi non perdeva quel poco che aveva: per non dire naturalmente dei paesi del terzo mondo, che da decenni pagano il nostro benessere, che sono sempre più lontani da un miglioramento sperato. Però, tutti i governanti che fanno? Anzichè punire chi ci ha ridotti così li premia o nazionalizzandole o finanziando i loro debiti a babbo morto e come se non bastasse gli squaloni hanno comrepso che possono spillare soldi facendo le lacrime di coccodrillo ed infatti mandano attraverso operazioni finanziarie di vendite massicce le borse in rosso guadagnando sulla fame altrui inconsapevoli che la rabbia aumenta come anche la miseria provocata da un sistema basato sui salari bassi e sulla distruzione dello stato sociale. Infatti ora arriva la recessione e ..... non è una nave che arriva malconcia in porto ma un relitto che affonda in mezzo al mare i cui passeggeri affogano senza salvagente e con poche speranze di essere salvati da eventuali soccorritori i quali si preoccupano "solo" di tenere a galla la nave ormai irrecuperabile. Parole come fiscal drag, tassazione sui redditi da lavoro dipendenti, recupero del potere d'acquisto ecc. sono solo chimere per chi scientemente ha solo in mente di salvare chi lo tiene lassù senza minimamente preoccuparsi di chi, appunto, affoga. Marx diceva, a ragione, che il capitalismo è un mostro che si divora da solo e mai come ora ne abbiamo una prova provata. In realtà in crisi è la follia di chi credeva che si crescesse all'infinito finanziariazzando l'economia senza comprendere che senza l'economia reale non ci sono finanze nè soldi, nè persone che acquistano i beni. Questa interpretazione è fallimentare e si sta rivelando a nostre spese quanto lo fosse ma soprattutto il vero problema è che fare ora? Cambiare rotta? Mandare in galera chi ha mangiato a nostre spese? Poco, troppo poco e troppo tardi ormai, siamo oltre ormai e bisognerebbe impedire a chi fino a qualche ora fa cantava le lodi del liberismo e che ora si cosparge il capo di cenere e si dichiara "alternativo": una classica operazione di trasformismo che è tipica di chi cerca di levarsi di dosso le responsabilità e che se la gente avesse qualche secondo per pensare avrebbe già condannato, anche se ormai serve a poco................ che fare? Per ora stringere i denti e tirare avanti credo: poi si vedrà .........
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore