lunedì 26 gennaio 2009

Caso Englaro: il TAR lombardo da ragione alla famiglia.

Il TAR lombardo, sulla scorta delle precedenti sentenze, ha dato ragione alla Famiglia Englaro: la Regione Lombardia non può rifiutare di attuare una sentenza e deve darvi corso. Insomma quello che in uno Stato di diritto (sia liberale che democratico) dovrebbe essere assicurato da noi diventa un calvario penoso, dove un Ministro non tutela i propri amministrati ma si muove sulla base di convinzioni personali etiche dimenticando che è lì non per affermarli ma per l'interesse generale: se non è d'accordo si dimetta; di solito accade così ma da noi no; anzi perpetua il dolore della famiglia ponendo ostacoli e difficoltà alla liberazione definitiva di Eluana. Per sovrappiù la Regione sta valutando se ricorrere al Consiglio di Stato e quindi i tempi si allungano ancora perpetuando sine die il problema. Mi chiedo: ma i cittadini di questo paese sono o no liberi di autodeterminarsi? Ha ragione o torto il Presidente Bresso che non siamo nel paese degli ayatollah? Si può continuare a tollerare che lo Stato si intrometta nel privato di una famiglia che fa le proprie scelte in piena libertà?
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore