domenica 13 giugno 2010

e rispunta la solita idea....

Ha avuto, addirittura, il plauso della Cisl (un bravo sindacato di centro e sempre allineato alla maggioranza del momento e, immagino, dalla Uil che vede e trova sempre il modo di essere presente laddove c'è potere) che ha "certificato", manco fosse un ente di certificazione, che la manovra "non ha toccato il welfare": il che formalmente, è vero dato che tagli diretti al sociale NON ci sono stati, però sappiamo tutti che nella realtà i modi sono tanti per intervenire in un ambito indirettamente; un esempio è proprio il welfare: hanno tagliato fondi alle regioni in nome del risparmio, dice, su consulenze ed altro mentre nella realtà i politici locali, per mantenere impegni promesse, taglieranno laddove impegni e clientele non verranno intaccate quindi il welfare. In nome di cosa? ma dell'economia sociale di mercato naturellement; un branca del liberismo con un pizzico di umanità per quelli che non ce la fanno (dicasi la radice da cui quest'idea nasce Ordoliberalismo) per i quali interviene lo Stato per "assisterli" (come accade per Pomigliano ad esempio dove si usufruirà di qualche forma di assistenzialismo statale, perché i LIBERISTI SONO STATALISTI QUANDO SI TRATTA DI SBORSARE SOLDI DI TUTTI NOI PER AIUTARE QUELLI CHE NON CE LA FANNO MENTRE STREPITANO SE LO STATO SI AZZARDA A CHIEDERE DI RENDERE CONTO DELLE AVVENTURE SPECULATIVE DI COLORO CHE APPLICANO QUESTE TEORIE INUMANE, leggi crisi economica e finanziaria di questi anni) non certo per ridargli la dignità di lavoratori quali essi hanno diritto. Per fare ciò, però, hanno bisogno anche che le regole del gioco siano cambiate e profondamente anche: infatti ecco pronta la poposta di cambiare la Costituzione (art. 41 e 118 sulla scia di quanto il Capo ha già detto chiaramente... oddio lui era andato oltre ma diamo tempo al tempo e vederemo cosa rimarrà di quella dei Padri fondatori della Repubblica) nei fondamentali economici e se il giochetto riesce (potete scommettere che, a meno che non ci sia un onda di indignazione - molto improbabile al momento - popolare sarà così) ci ritrovamo nella stessa identica situazione dalla quale stanno tentando di uscire, senza grandi successi, gli USA obamiani. Auguri Italia.
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore