venerdì 11 giugno 2010

Perché tifare Sudafrica?

Non sono un leghista. chi mi conosce, qui e soprattutto fuori di qui, lo sa. Però stavolta voglio lanciare anch'io una provocazione: tifiamo Sudafrica!!Perchè non tifare Italia, su facebook ho creato un gruppo "non tifiamo italia", visto che apparteniamo a questa nazione? Secondo me non lo si deve fare per tutta una serie di motivi che, a costo di sembrare noioso vi elenco (come sempre potete leggere e commentare o saltare ed andare in uno dei tanti blog simil tg1 e vivere felici e contenti):
Africa: in questi giorni si sono magnificate le "splendide" sorti dell'Africa in particolare e del Sudafrica in generale; ci siamo dimenticati che noi gli africani li respingiamo in mare verso la Libia senza nemmeno preoccuparci se hanno diritto ad asilo o meno? Ci siamo dimenticati che la stragrande parte dei nostri simili africani vivono con pochi dollari mentre una piccolissima parte di essi sono mostruosamente ricchi e pienamente assimilati ai "valori" occidentali (in pratica se ne fregano dei loro simili e se possono li sfruttano come e peggio di noi)? E che dire del Sudafrica dove, nonostante la fine dell'apartheid, nulla è cambiato ma si è solo affermato un ceto africano politico mentre quello economico bianco è praticamente intonso? E per coloro che vivono negli slums delle periferie di quel grande, potenzialmente ricchissimo, paese nulla è cambiato, proprio nulla? Se dico, però, di tifare Sudafrica un motivo c'é: il calcio lì è seguito dai poveri (i ricchi, bianchi e neri, amano il rugby (ahimé è anche il mio gioco preferito ma non metto feticci e so fare le giuste proprorzioni) e in esso hanno la possibilità di sperare in un affermazione altrimenti negata..
Il calcio da noi ha un altro significato: è gioco che ha la stessa funzione della droga: è oppio e intorno a esso c'é un giro miliardario. Il calcio da noi consente di "dimenticare" tutti i guai che abbiamo (e questo lo capisco) ma serve anche a distogliere noi tutti dal mondo reale e i giovani di sfogare, dopo una settimana di frustrazioni, la violenza repressa in un luogo che ormai nulla ha di diverso dai giochi circensi (ricordate il panem e circenses romano?) che venivano fatti al colosseo ai tempi di Roma? Allora servivano come sfogo sociale e oggi è uguale.
Il calcio da noi ha permesso il nascere di un sottobosco politico, ma anche economico, che vive di esso anzi lo parassita e assume connotati spesso delinquenziali (basta chiedere a un poliziotto cosa ne pensa degli incidenti e degli sfottò che deve sopportare ogni domenica) che in altri paesi hanno debellato fattivamente e da noi invece sono quasi vezzeggiati: spesso sono voti da conquistare.
Il calcio ha anche una valenza politica da noi: infatti sono convinto che il calcio e le ferie consentono alla casta di fare i propri affari; potrebbe, la domenica, accadere un colpo di stato ma nessuno batterebbe ciglio perché sono tutti a guardarsi, a pagamento, le partite delle squadre del cuore. Infatti chiedetevi, anche ora, quali sono in questi giorni gli argomenti di maggior discussione negi uffici o nei luoghi di ritrovo? Mondiali (con tutti gli annessi e connessi dati da tv e giornali); il reality di turno; il gossip; le, sempre perdonate, gaffe del Capo. E ora chiedetevi di cosa non si parla: manovra; tagli, scuola; emarginazione; precariato giovanile; diritti; intercettazioni (dove, mostruosità giuridica, basta un giudice per mandarvi in galera - se, naturalmente, non avete abbastanza soldi per pagarvi un buon avvocato - e ce ne vogliono ben tre per decidere se intercettare o meno così come se si sospetta che qualcuno abbia qualche magagna le intercettazioni devono essere "notificate", se appartengono a caste varie, agli organi di cui fanno parte (una vera invenzione).
Vi sentite davvero orgogliosi di essere cittadini di questo paese?
E' mai possibile che, causa legge bavaglio, noi le notizie (come accade in paesi "sinceramente simili a noi" come Iran, Cina, Cuba, Corea del nord ecc.) che ci riguardano le sapremo dall'estero?
E' mai possibile avere una tv pubblica di parte?
E' mai possibile avere 300 mln di euro all'anno di evasione di iva e vedere che costoro hanno beneficiato anche dello scudo fiscale?
E' mai possibile avere leggi ad personam mentre siamo noi cittadini onesti e fedeli, per forza al fisco visto che siamo dipendenti, a pagare tutto e per tutti?
E' mai possibile che in un paese che si dice civile è vietata la diagnosi pre-impianto e la fecondazione assistita (eterologa e omologa) perchè ad una minoranza, causa calcolo elettorale delle forze politiche tutte, si dà la possibilità di decidere per tutti imponendo la propria volontà?
E' mai possibile che qui da noi si mostrano bambini in tv dovunque (dalla pubblicità alle trasmissioni) mentre si fa ostracismo a trasmissioni di servizio pubblico come Report?
E' mai possibile che da noi impera l'infotainment anziché l'informazione?
E' mai possibile che, nel paese più ricco del terzo mondo, ci siano scuole pubbliche depotenziate al punto da dirle morte per spingere le famiglie verso quelle private (stesso discorso per università e sanità)?
Non ho nulla contro i giocatori di calcio, sia chiaro, però è mai possibile che ci si accapigli nel sapere che un tizio ha cambiato casacca mentre chi si accapiglia spesso non riesce a mettere insieme pranzo e cena?
Potete essere d'accordo o meno ma non potete NON riflettere su queste domande.
IO TIFO SUDAFRICA
provate voi a convincermi del contrario
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore