giovedì 30 dicembre 2010

.. alla fine ha firmato...

Che poteva fare se non firmare? Certo alla firma ha allegato una lettera in cui solleva rilievi di criticità; certo il governo dice che li leggerà e vedrà quello che può fare; tutto quello che volete... però se c'erano delle criticità perché non rimandarla alle Camere? Cosa glielo impediva? Con tutto il rispetto ma a me pare che sia solo una foglia di fico la lettera, un segnale ai giovani per dargli un contentino e farli stare buoni. La sostanza é un altra: da oggi l'Università italiana é altro: é elitaria; é nelle mani dei privati; é la controparte degli studenti e dei precari; é una università che sarà poco attenta alla formazione e moltissimo attenta ai soldi e ai conseguenti ricatti che gli stessi privati potranno fare.... insomma il diritto allo studio per tutti ormai é un sogno così come il merito, tanto sbandierato ma in realtà cancellato, che era e sarà una chimera irragiungibile..... qualcuno circa duemila anni fa diceva che era più facile che un cammello (ma si discute se fosse un cammello o un precario o uno studente) passi attraverso la cruna di un ago che un ricco arrivi al regno dei cieli... peccato che di questa lezione di etica sociale se ne sia persa traccia nel corso dei secoli anto che oggi la si é tranquillamente rovesciata!!!
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore