mercoledì 20 aprile 2011

la strategia del ragno......

Sapete il ragno come fa, no? Tesse la tela si mette al centro poi aspetta: prima o poi, se la tela é abbstanza grande, e se é fatta bene, gli insetti abboccano e lui può nutrirsi e continuare a vivere. Così pure fa l'amato capo: da 20 anni tesse la tela poi si é messo al centro; puntualmente gli italiani, molti volenti e alcuni nolenti, abboccano. Anche a questa tornata elettorale sta rifacendo, per l'ennesima volta, lo stesso giochetto e potete scommettere che ci sarà una bella fetta di nostri concittadini che felicemente abboccherà (un pò perché il pantano del berlusconismo gli conviene dato che si fanno gli affari prorpi senza che nessuno li tocchi e un pò perché vogliono credere che colui che hanno votato in questi anni non può essere realmente così come lo fotografano...) lanciandosi nella tela. Lui é sornione e sa che in fondo a questo popolo di vecchi, e di invecchiati, non gliene frega nulla se c'é gente che ne paga il conto della propria ignavia; sa anche che da bravi bambini non importa se vengono beccati con la mano nella marmellata: saranno perdonati alla fine dato che anche chi li becca da anni nella marmellata ci si fa un bagno continuo e vole continuare a farlo senza che nessuno lo disturbi. Ecco perché alza il tono: sa che in questo modo rinserra i ranghi (e sa benissimo che ne ha bisogno perché la crisi, in tutti i sensi e campi, sta mordendo anche i suoi) e mette paura a chi vuol farsi spaventare. E via con le sparate, che fra parentesi quando le fa dice esattamente quello che pensa (se la scuola pubblica dovesse funzionare i figli dei ceti meno e non abbienti potrebbero sperare in miglioramenti sociali mentre se dovessero essere costretti ad andare in scuole private questo rischio non si corre visto che il privato, soprattutto cattolico, la cosa che gli interessa é "inculcare" le nozioni essenziali e poco più ... questo per fare un esempio): é un giacobino a rovescio, ecco cosa é. E' un vandeano che ha indossato la pelle del liberale per meglio attirare prede e creduloni: ma quando la sua prolissità esplode la pelle indossata mostra crepe emerge quello vero; un padrone comunista, come lo erano ai tempi dell'URSS, che non ammette dissenso né voci alternative; un padrone pieno di soldi che può comprare tuto e tutti; un padrone che ha del paese un idea che non ha nulla a che vedere nemmeno con l'aziendalismo ma con l'idea del giardino di casa propria da curare a proprio paicimento. Quando ci sono turbative, gli risulta facile farsi la legge per eliminarle; quando ci sono echi della società é facile eliminarli, un esempio? Il referendum sul nucleare, che ha sicuro il quorum tirandosi dietro gli altri, sta per essere disattivato con una piccola norma che lo rende inapplicabile, e addio a tutti gli altri. Ecco chi é: finché é lì può determinare il futuro nostro. E quando sentite parlare i belusconiani di sinistra ricordate sempre che sono stati loro a legittimarlo: prima negoziando con lui per "assimilarlo" (venendo in realtà assimilati) poi mancando, per il solito scambio negoziale, di ripristinare la legalità dell'etere (suo vero punto di forza) come stabiliva un sentenza della Corte Costituzionale; quindi alla fine ha debordato e oggi ha pervaso, come una metastasi, di sé l'intero corpo sociale e poltico del paese a tal punto da essere ormai inarrestabile e incurabile. Che fare allora? Per chi votare? Cosa fare con i referendum? Domande che dovrebbero porsi i cittadini e i politici che non sono coinvolti nel pantano, ma ce ne sono politici di tal fatta? Quello che posso dire é che al punto in cui siamo la cosa migliore é che si devono fare tutti gli sforzi possibili affinché i referendum passino e il segnale arrivi... per il resto la sola cosa che si può affermare é che una volta tanto si dovrà davvero fare buon viso a cattivo gioco e smetterla di avere la puzza sotto al naso: outsider ci sono e diamogli fiducia. Quello che conta é levarcelo dai piedi, poi il resto si vedrà.....
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore