domenica 15 maggio 2011

il nostro Nakba? Il sud secondo qualcuno....

Oggi era la giornata del Nakba: ossia il giorno del disastro quando, con la nascita dello Stato Israeliano ma non di quello Palestinese, circa 700 mila cittadini arabi e palestinesi furono estromessi dai confini del nascente Stato. Scontri, morti e feriti ai confini dello Stato ebraico e problema, naturalmente, irrisolto. E mai si riuscirà a risolverlo almeno finché non si smetterà di ragionare in termini bipolari, noi e/o loro, e si comincerà a far parlare fra loro le persone e nessuna lobby o paese straniero ci metterà il becco. Ma anche qui abbiamo il nostro Nakba, disastro, con cui confrontarci e non una volta all'anno ma sempre: il sud. Pensate che oggi Tremonti ha scoperto che il Sud é indietro e che oltre ad avere una economia duale anche il paese rischia di scindersi in due mondi lontani fra loro che, se non si fa nulla, passeranno presto a diventare anche entità diverse fra loro. Cosa naturalmente inammissibile per tutti; ma, mi chiedo, cosa si è fatto in 150 anni per far rientrare il sud del paese nel novero dei paesi dell'area economicamente progredita? Si è forse smesso di chiudere un occhio sui contatti, si fa per dire, fra politica e organizzazioni criminali? Si è, forse, smesso di considerare il sud il mercato di stampo coloniale del resto del paese? Si è forse smesso di sversare i rifiuti del centro-nord al sud via malaffare? Si sono forse fatti investimenti che non si frammentano in mille rivoli nessuno dei quali arriva ai cittadini di questo paese che hanno avuto l'ardire di nascere in quella parte del paese? Si è forse smesso di parlare di questione meridionale per affrontare davvero quello che è il vero nodo che sta alla ascita di questo paese, ossia l'alleanza innaturale fra borghesia del nord e latifondo del sud che sanciva i confini dell'uno e dell'altro senza sconfinamenti reciproci? E queste, poche, domande sono solo una parte del problema..... problema che é quello di decidere quando, e se, l'unità d'Italia si dovrà fare e con chi: senza sarà impossibile anche solo pensarlo un futuro come oggi è impossibile pensare un futuro per un paese che da per scontato che una sua parte sia ormai da consegnare ai libri di studio e alle dichiarazioni dei politici e basta.
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore