domenica 29 maggio 2011

La lunga marcia ...... dei privilegiati....

Pensavo di averle viste tutte: dai cortei di studenti e operai alla marcia dei 40 mila quadri della fiat. Ma vedere qualche miliardo di euro camminare per strada per "protestare" contro l'assenza del Governo che non "riforma (e non contro la CGIL come dice Sacconi)" questa mi mancava .... Ma ci pensate: questi da sempre hanno avuto favori e prebende dallo Stato-bancomat: dagli anni '80 a oggi dove il governo inventò il FIO, i contratti di formazione, cassa integrazione pluridecennale, soldi a pioggia per investire al sud che si sono risolti nel costruire capannoni prendere i soldi e scappare a gambe levate, liberalizzazioni varie, riforme del mercato del lavoro che hanno creato precariato senza nemmeno diritti elementari e precarietà nella vita di intere generazioni, sgravi fiscali e sconti vari, una legislazione di favore, mancati controlli sulle delocalizzazioni, mancati controlli sulle condizioni di lavoro al punto che a fronte di un aumento evidente delle morti bianche e degli incidenti sul lavoro la 626 e correlate è stata completamente depenalizzata nella parte che li riguardava, e si potrebbe continuare con una lista ancora lunghissima che fa da contraltare ai lautissimi profitti fatti nello stesso periodo (perchè mica tutti hanno reinvestito nelle aziende, anzi spesso si sono creati dei fondi esteri nei quali hanno fatto confluire soldi su soldi mettendoli al riparo da qualunque problema, e chissà quanta evasione/elusione c'è in giro fra questi qua...) - bastava far caso alle pagine economiche dei giornali - e governi via via compiacenti che poco chiedevano in cambio, troppo poco. Pensate forse che nel cosiddetto miracolo del Nordest il motore fosse solo l'iniziativa imprenditoriale? Non è che quel miracolo é stato possibile anche grazie al lavoro delle migliaia di immigrati, più o meno clandestini, a basso costo? E non che che hanno potuto fare quello che vogliono anche grazie a sindacati gialli (Cisl e Uil) e sindacati neogovernativi a singhiozzo (CGIL) che hanno lasciato la propria missione per mettersi a giocare alla concertazione e agli apprendisti stregoni in politica economica concedendo: bassi costi del lavoro, bassa crescita del salario, bassissima difesa del potere d'acquisto, riduzione verticale delle garanzie del lavoro, ecc. in cambio di CAAF, ecc.? Pensate .... questi si mettono a sfilare per protestare in silenzio .... ironia della sorte contro il Governo storicamente più vicino: l'amato capo ha faccia tosta ma c'è anche chi, Confindustria, non ha vergogna di sé....
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore