sabato 28 maggio 2011

... e mentre lui continua ......
Confindustria si sgancia. All'assemblea la Marcegaglia ha recitato il de profundis al berlusconismo: nonostante avessero il Governo che storicamente le ha dato di più, da bravi, e pragmatici, gente d'affari hanno capito l'aria che tira e, prima di farsi trascinare nell'abisso rischiando di perdere le loro "conquiste", hanno dato il segnale del "liberi" tutti salendo sulle scialuppe prima che il "Titanic" affondi: d'altronde hanno sempre fatto così fin dalla notte dei tempi. Scenderanno in pista con un proprio partito? Se non sono stupidi, no; in realtà ricominceranno a tessere la loro tela come prima e a cercarsi il nuovo referente politico cui aggrapparsi: non manano i candidati, anzi, potete scommetterci che ci sarà la fila a aprtire dal pdmenoelle alle varie schegge nelle quali si trasformerà il pdl senza l'amato capo. Con questa linea hanno sempre guadagnato soldi pubblici, fondi, contratti favorevoli da sindacati gialli, riduzine delle garanzie dei lavoratori, ecc. senza mai doverci rimettere troppo personalmente e come azienda: non avendo di fronte governi forti e autorevoli non c'era resistenza di fronte alle loro continue rimostranze e richieste e di conseguenza l'uso del bancomat-Stato è continuo e noi lo paghiamo: strano sono liberisti se gli tocca la tasca ma sono statalisti se ci sono problemi, vero?
E veniamo alle cose serie!

Dai e dai il potere fa l'unica cosa che sa fare: reprimere. A Barcellona la polizia li ha sgomberati e in malo modo pure, sapete qual'è stato il risultato? La piazza di Barcellona é stata ora rioccupata non solo da studenti ma da pensionati, lavoratori, famiglie con bambini, altri ragazzi, associazioni ecc. trasformando una protesta di una porzione sociale in un rivolta, si spera pacifica (ma se continua la repressione non ci giurerei che sarà ancora per molto pacifica), di massa contro un sistema iniquo, sordo ai cittadini (da chiunque sia gestito), ingiusto e, ora, repressivo rendendo la Spagna non molto dissimile dalle piazze arabe in rivolta da mesi contro regimi, quelli si, autoritari e repressivi; il punto é: Qual'é la differenza fra una piazza araba e le piazze spagnole e fra i regimi arabi e quello spagnolo? Ufficialmente enorme: satrapie i primi democratica la seconda .... ma se andiamo a vedere nel concreto l'ampiezza si restringe moltissimo a sfavore della seconda dato che anche la Spagna democratica mostra crepe e insensibilità ma soprattutto una frattura sociale fortissima fra una parte sempre più consistente di questa società e la Spagna "ufficiale" lontana dalla realtà e dalle esigenze dei loro cittadini: prigioniera di un sistema, il liberismo economico, che non ha fra le sue variabili un prospero futuro dei cittadini ma il loro depauperamento a favore di pochi privilegiati esteri e interni: come finirà? Lì, come qui, o il potere cambia strada o il passaggio da una civica protesta di massa a una vera rivolta di massa sarà veloce e violento e sarà tanto più violento quanto più dura sarà la repressione.......... prevedo tempi duri per i riccastri!!!!
Questi due eventi sono collegati fra loro? E come? Lo sono: da un lato abbiamo la maschera tragica di un potere decadente e alla fine del proprio percorso (e proprio per questo ESTREMAMENTE pericoloso perché con qualche colpo di coda può fare enormi danni alla democrazia e alla libertà) di cui in Italia abbiamo la massima espressione di decadenza e dall'altro società abbandonate a se stesse che si ribellano, dopo aver pazientemente aspettato, e in parte creduto alle promesse fatte, che ci si accorgesse di essa e si provvedesse alla bisogna soprattutto per quanto riguarda il futuro dei giovani. Questa frattura si potrà ricomporre? Certo ma solo in due modi: o il potere si ravvede e attua il mandato ricevuto dai cittadini o si rinchiude a riccio e si trasforma in altro: in qualcosa che finora è rimasto sottotraccia ma che potrebbe venire alla luce e assumere un aspetto che tutti speravamo mai potesse ritornare .... e che poi potesse chiamarsi dittatura o altro poco cambia.
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore