martedì 7 giugno 2011

Io amo telekabul...

E dai e dai e alla fine ci riesce: Santoro va via. Fin qui quasi non ci sarebbe nulla di male perché tutto nella vita umana nasce, cresce, matura e poi muore .. e avanti il prossimo. Ma questa é un altra storia: la Rai non è proprietà di Mr. B. (anche se i suoi non-opponenti e aspiranti futuri governanti al posto suo hanno fatto di tutto, qualcuno anche tifando apertamente, per consegnargliela) ma di tutti o almeno di tutti quelli che pagano il canone, me compreso. Io voglio in Rai mentana, l'elefantino ecc. ma ci voglio anche santoro perché, oltre che essere un bell'introito per l'azienda che non naviga in acque buone dal punto di vista finanziario grazie alle allegre gestioni di mezze tacche, perché ci sono eventi e trasmissioni che solo un servizio pubblico può fare e dare: perché non è legato al mercato. Basta leggere i giornali destroidi per capire come sia importante per loro, e per il loro datore di lavoro, che l'anchorman esca dalla Rai e che significa il pensiero unico e servile che, senza qualche schiena, dritta rischia di rendere il servizio pubblico attraente quanto lo può essere una discarica sotto casa. Che vada a La7, che fra paertentesi non si prende ovunque, o altrove non conta: la perdita é enorme per tutti i cittadini che ancora credono al pluralismo e dei quali ai padroni del vapore non importa nulla. Ora voglio vedere come lo risolvono il buco finanziario e politico, anzi la voragine, che si é aperta e voglio anche vedere se i "superstiti (Floris, Gabbanelli, Fazio)" potranno far recuperare il gap e sapranno non inchinarsi al potere aziendale e politico che come una cappa maleodorante permea di sé le stanze dell'Ente pubblico: nutro qualche dubbio in proposito. Di una cosa sono certo: Santoro andandosene, volontariamente o meno, sa che questo è partito un siluro "nucleare" contro il mandante di tutto ciò che solo pochi giorni fa ne aveva parlato e sa anche che ora il servizio pubblico é monco di una enorme fetta del apese: é quella stessa fetta che come uno tsunami sta spazzando via il ventennio di Mr. B. e dei suoi epigoni di destra e di "sinistra" che lo hanno sostenuto e che continuano a farlo avendo compreso sia la necessità di farlo sia il non trascurabile aspetto che ci hanno guadagnato in ricchezza personale e potere. Questa telekabul l'amavo proprio per il fatto che ci levava davanti allo specchio che ci hanno messo di fronte e ci mostrava una realtà che ci hanno nascosto per anni: ora tocca a noi finire di dormire....
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore