venerdì 10 giugno 2011

Stasera é iniziato l'ANNOUNO....

E Annozero non c'é più.... la trasmissione é finita per "transazione" ma però non é stato un addio triste, anzi. Stasera abbiamo capito perché queste trasmissioni hanno successo e perché altre no: la tv é uno specchio e chi sa orientarlo senza inganni (perché in quello specchio ci siamo noi) per il cittadino riesce a intercettarne gli umori; chi invece si mette a fare "comunicati" politici pensando che dall'altra parte ci siano degli imberbi, per non dire stupidi, che si puppano le cose dette acriticamente che dovrebbero essere verità solo perché dette in "libertà" da chi é titolato a farlo va male; ciò perché gli italiani se c'è una cosa cui sono allergici sono proprio i "balconi" da cui fare annunci: o meglio gli può stare anche bene finché non ne sono toccati in caso contrario quel "balcone" lo fanno cadere e pure malamente. Santoro ha detto delle cose: attenzione quelle evidenti erano scontate ma quelle sottotraccia no; erano macigni lanciati sui berlusconiani di sinistra che hanno la malacoscienza di fare le "anime belle" della non opposizione di fronte alla telecamera ma di augurarsi, nel proprio intimo, che "il disturbatore" sia presto mandato via affinché si possa continuare a fare "i loro soliti affari" senza condzionamenti: e ciò non vale solo per Annozero ma per Report e tutte le altre trasmissioni da servizio pubblico che sono oggi in bilico proprio perché quello "specchio" di cui sopra non deve riflettere noi quali siamo ma ciò che loro vorrebbero che fossimo e che in parte siamo diventati proprio grazie a loro. Ha ragione il conduttore quando afferma che ci sono due visioni in contrasto: una è quella che ci stanno facendo ingoiare ossia quella dell'ognuno al suo posto (sociale, economico e politico) che ogni tanto può beneficiare delle briciole che gli vengono lanciate ossia c'é un Italia dei ricchi che hanno tutto e una dei poveri che deve solo sperare di passare in fretta nella valle di lacrime e arrivare altrettanto in fretta nel mgliore dei mondi possibili ...... nell'aldilà; un altra Italia, invece, é quella che ha permesso al figlio di un lavorante barbiere (il cui stipendio era il cottimo, più le mance, che riusciva a fare), il mio caso, diventare un lavoratore che si guadagna la vita con la dignità di chi se la suda la paga senza schiena abbassata e, poi, di laurearsi con 110 e lode pur se a 50 anni ...... questa é l'Italia che si vuole nascondere, anzi cancellare perché comporterebbe una rivoluzione sociale tale che i parassiti che si sono sviluppati in questi anni nel corpo sociale verrebbero spazzati via nel giro di pochissimo tempo, se non in una notte: basta solo che i tanti figli di persone anonime, come me, si conoscano e riconoscano facendo numero e massa critica; basta questo affinché l'intero sistema vada in crisi. Ha ragione Santoro: annozero é finito, ora é necessario passare all'ANNOUNO ................ della nuova Italia che con le aministrative ha fatto un passo e con i referendum, sempre che arrivi il quorum, ne potrebbe fare un altro. La mia speranza é che presto dal passo dopo passo si progredisca verso la marcia e, infine, la corsa e con essa il paese riprenda il posto che gli spetta di diritto grazie alla sua parte migliore ossia quegli anonimi cittadini che ogni singolo giorno fanno la propria piccola parte senz'alcun riconoscimento, fra parentesi nemmeno richiesto ...... e che qualcuno riesca a staccare la spina della macchina del fango!!!!!
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore