sabato 1 ottobre 2011

1.250.000 firme contro la casta ....

Non sono, evidentemente, bastate le precedenti espressioni della cittadinanza; le caste che hanno reso marce le istituzioni con la loro pervasività stanno facendo finta di nulla e procedono per la loro strada .... naturalmente sotto dettatura dei banchieri europei (a proposito avete notato la sparata di Sarkò? qualcuno per un secondo ha davvero creduto che il suo discorso fosse davvero altruista? Macchè, a lui della Grecia, e degli altri paesi, non gliene può fregare di meno se non come mercati neo-coloniali a lui quello che preme davvero è solo il fallimento delle banche francesi che hanno imprestato soldi fraudolentemente ai governi greci, é questo che teme perché le ripercussioni sarebbero, per il paese da lui gestito, sarebbero enormi quasi catastrofici). Ma i cittadini, anche se non scendono (ancora, ma dategli tempo ....) in piazza appena ne hanno la possibilità la loro voce e i loro segnali li danno chiarissimi: così come il Capo dello Stato, che a questo governo le ha fatte passare quasi tutte, quando può parlare liberamente fa impallidire anche il miglior Cossiga ...... é un interessante collateralismo come se da un lato circa il 50% del paese, la parte sana, e la massima figura istituzionale del paese sembrano in casi come marciare divisi ma colpire compatti... e il botto si sente. Se questa tenaglia dovesse funzionare le caste si potrebbero trovare stritolate: e spero ardentemente che accada se non vogliamo ritrovarci in uno Stato oligarchico dove pochissimi hanno tutti il resto praticamente nulla e vive di sussidi.

Il Capo dello Stato ha mazzolato ben bene la Lega: non esiste una padania; non esiste la parola secessione .. se si fanno atti concreti c'é la galera; qualcuno pensa realmente di poter ricreare un lombardo-veneto che competa con i colossi politico-economici oggi in giro per il pianeta? E le altre "etnie (liguri, piemontesi, emiliano-romagnoli, ecc che si fa le diamo in pasto ai savoiardi?)" dovrebbero accettare supinamente? E l'inquinamento malavitoso che é penetrato in profondità proprio in quell'area ... come non pensare a un suo interesse per un progetto del genere? Siamo seri. Se il Capo dello Stato fosse stato così fermo e chiaro anche in altre materia, come faceva Cossiga, con il Governo forse non saremmo arrivati a questo punto dove conta di più il ddl intercettazioni/bavaglio di internet che la crisi del paese.. ma con il senno di poi non si fa la storia.... toccherà come sempre ai cittadini..

E veniamo al secondo punto in questione: come ho scritto nel titolo del post unmilioneduecentocinquantamila e rotte firme hanno dato un chiarissimo segnale: cambiate la legge elettorale sennò la cambiamo noi con il referendum!!! Non é il primo segnale questo d'insofferenza verso le caste questo: volevano applicare il neoliberismo? Si son beccati un referendum; parlavano di legittimo impedimento? E lo stesso referendum l'ha cancellato dalla storia ..... e così via. Ora ci stanno riprovando ma se le leggi hanno ancora un senso per 5 anni almeno non possono toccare nulla delle materie che i referendum hanno anche solo lambito!! Questo referendum, se dovesse passare, sarebbe ancora un altro serio colpo, non mortale, per le caste; e lo temono: sono sicuro che i ddl di rofrma elettorale si sprecheranno e se proprio non dovessero venirne a capo ..... ci sono sempre le elezioni, crisi o non crisi: tanto questi qua solo a tempo perso governano, vero? Temp che ancora un volta, come con i bambini viziati e capricciosi, dovremmo essere noi a decidere. Aspettiamoci di tutto: ostracismi, ambiguità, prese di cappello, minacce di catastrofi, e tentativi maldestri di metterci il cappello sopra come, peraltro accaduto con i precedenti da parte del pdmenoelle, a dire, dopo però, senza di noi non si vinceva...... Non vogliono che la piazza decida ma sotto sotto sperano che si muova; non vogliono l'antipolitica ma i primi antipolitici sono loro; hanno il terrore che l'enorme corpo sociale (che hanno tentato di smebrare e dividere peralrto riuscendovi, si svegli e si accorga che non ha bisogno di loro però sotto sotto sperano che elimini l'avversario, e così via.....

Mi chiedo: ma perché una volta per tutte non raccogliamo le firme facciamo un referendum che abroghi in un colpo sia solo l'intera legislazione degli ultimi 18 anni sia le caste che l'hanno promossa e promulgata? Retorica? forse però, se ci pensate bene, noi siamo gli azionisti veri di questa azienda; noi siamo coloro che danno e levano mandati; noi siamo corresponsabili delle loro scelte e noi solo possiao licenziarli .... magari imponendogli anche di ripagare danni e macerie che hanno fatto, che ne dite?

Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore