venerdì 29 giugno 2012

Italia-Germania (quella vera): 0 a 0

Non fatevi raggirare dal battage pubblicitario che immediatamente é partito nei media allineati, e non (perché anche gli altri, quelli della famiglia il cui capo anche se vuole staccare la spina non può farlo e lo sa, dicono una cosa ma ne fanno un altra), per mascherare quello che in realtà è solo un pari e patta: ai tavoli che contano davvero non c'erano i Balotelli o i Cassano che con tocchi di classe e di potenza potevano determinare l'esito della .... partita; no c'erano i Monti e simili che in nome di..., bah, come chiamarla? Strategia del terrore economico (ossia il classico giochino della diplomazia dei ricatti e dei veti contrapposti da cui ognuno cerca di ricavare abbastanza per i propri obiettivi o, come nel nostro caso, almewno di non perdere la faccia e tornare a casa con le mani vuote dando il là a chi ne vuol sfruttare la scia per poi presentarsi come il "messia", l'ennesimo, di cui innamorarsi grazie a qualche promessa e al vivacchiare) reciproco per arrivare, se va di lusso, a uno stallo: questo a me e questo a te, ma di concreto per noi comuni mortali, nulla .... d'altronde basta saper leggere e gli stessi giornali "amici" lo dicono: la Germania, pur accerchiata (così dicono), rimane sulle sue posizioni e Monti ottiene rassicurazioni sul salva-stati (?) e salva-banche e qualcosa (dice 130 mld) per la crescita, in pratica: i soldi per il tav; quelli per le banche; quelli per mantenere le industrie lì dove sono; programmi di formazione professionale e aggiornamento; qualcosina per la PAC e contentini per i giovani: ma poi di concreto? Parole... perché poi anche per mettere in pratica queste cose servono soldi e noi PER ACCORDI PRESI NON NE POSSIAMO SPENDERE né di nostri né di questi perché quand'anche essi arrivassero gli enti preposti o sono incapaci di spenderli o li spendono male e quindi non producono effetti reali ma vano nelle tasche delle consorterie solite..... storia nota degli ultimi 30 anni. D'altronde, ricordatevelo, il governo ha il cappello sopra dell'Alto Colle che non vuole sorprese da quegli scapestrati dei parlamentari e ha già fatto sapere che .... si vota nell'aprile 2013, gli piaccia o meno ai capibastone malati di protagonismo e che rimpiangono i bei tempi andati (voli di stato per "ragazze", ecc.). Per quanto mi riguarda il vero lavoro che devono svolgere non é, solo, quello che ufficialmente tutti gli imputano ... ma regolare i conti con il Welfare pubblico italiano, e non solo, e (soprattutto) con i suoi presupposti legislativi e ... costituzionali (artt. 1, 3, 4, 9, 21, 31, 32, 33, 34, 35, 36, 37, 38, 39, 41, 42, 43, 46, 47, e relative leggi ordinarie) che tanta noia danno agli squali della finanza e loro sodali della politica che non ne possono più di vedere persone che hanno la sfrontatezza di fare programmi per il proprio futuro e quello dei propri figli e, magari, farsi qualche gitarella fuori porta ogni tanto: proprio non lo sopportano .... se tutti stanno bene chi si dannerà per consentire a loro di fare profitti maggiori visto che non hanno interesse a scannarsi fra loro per un part-time o un contratto a 3 mesi come co.co.pro o simile? E perché mai le donne devono avere gli stessi soldi dei maschi e magari se si fanno ingravidare dev'essere il padrone a pagargli la maternità? Meglio lasciare alla "libera" contrattazione il tutto e dare qualche contentino ai sindacati... ecco il vero compito che attende i nostri: non tanto cambiare la Costituzione (ci penseranno altri a farlo, la lista é lunga.... va dal pdmenoelle al pdl..) quanto cambiarne le premesse e le leggi in modo da depotenziarla: quando sarà fatto, vista l'ingnoranza che hanno una parte dei cittadini, sarà facile cambiare anch'essa.... come bere un bicchier d'acqua.




Ieri su facebook ho trovato questo:







gli si può dar torto secondo voi?



Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore