venerdì 27 luglio 2012

Kartofen, bazooka e pensiero unico....

E' bastato una, sobrissima, alzata di tono di Draghi per far abbassare le penne agli speculatori (quello che in termini tecnici definiscono "armare il bazooka"): questa é la notizia che da ieri gira per i media ed in rete; in effetti lo spread si é abbassato e i bot vanno via a fiumi, durerà? La volatilità dei mercati é tale che previsioni non si possono fare: però l'autorevolezza di un altro uomo della Goldman Sachs é tale che per ora un sospiro di sollievo lo si può tirare, ma giusto per ora perché Bundesbank ha già ricominciato a remare contro dichiarando che rispetta l'autonomia della BCE ma i bond proprio non gli va di acquistarli, e questo rende grazie di chi davvero vuole risolvere la crisi e chi invece ha l'interesse ad affossare le economie per mantenere la propria egemonia. Vedete l'ultimo attacco allo spread é partito proprio dalle banche ...... tedesche: ciò può accadere solo se, e dico solo se, c'é almeno la "distrazione" del governo tedesco nel vigilare sul loro operato (le banche tedesche sono quasi tutte "partecipate" o dai laender o dallo Stato a vario titolo) per impedire speculazioni e salvare l'euro; evidentemente nel paese teutonico c'é chi crede che, nonostante le belle parole di convenienza, solo ribadendo la propria egemonia sull'euro possono sperare di mantenere il proprio tenore di vita: questo si costi quel che costi. C'é da chiedersi: come mai gli altri partner accettino così supinamente i diktat tedeschi? Una possibile risposta, credibile come e più delle altre, arriva da Carlo Freccero che oggi, 27/7/2012, ha pubblicato sul Fatto Quotidiano un articolo dal titolo "contro il pensiero unico via i bavagli alle notizie" che oltre a sostenere l'appello pubblicato sul manifesto fa il punto su come i cittadini italiani siano manipolati proprio dai media non dandogli esattamente né la misura del problema né, tantomeno, la gravità della situazione: il tutto per avallare la linea liberista in auge, con l'avallo dell'Alto Colle e dei partiti, ora in europa e da noi che ha sentenziato che il "vero" problema non sono le banche e le loro avventure specultive ma ............... il debito pubblico che le suindicate avventure hanno fatto crescere a dismisura perché hanno, insieme a hedge fund e agenzie di rating, di concerto scommettendo sia sul default che sulla prospettiva che ce la facessero a rialzarsi. Il vero problema che pone Freccero é: anche gli oppositori del sistema di potere che si accaparrato le istituzioni, come i sostenitori, non ne mette in discussione le fondamenta, ossia lo contestano ma non cercano di creare le premesse per un sistema alternativo .... perché in fin dei conti questo "mondo" migliore ne giustifica l'esistenza sia di chi si oppone che di chi ne é l'espressione e lo difende, guadagnandoci sopra.. é questo, e io ne condivido l'analisi, il punto: alla base c'é il pensiero unico; quel pensiero unico, di cui i media omertosi se ne fanno complici e sacerdoti nello stesso tempo, che ci pone davanti solo una ricetta e una analisi fecndoci perdere di vista l'orizzonte teoprico nel suo complesso di cui il liberismo é solo una parte, peraltro secondaria del grande fiume della conoscenza....
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore