martedì 24 luglio 2012

una stagione ingloriosa del paese...

E' la definizione (per questa ma di stagioni "ingloriose" l'italia ne ha viste tante, se non troppe) data dal procuratore nisseno Sergio Lari a proposito di quanto, pur non penalmente rilevante, emerso dalle indagini sulla trattativa Stato-mafia. Ma c'é chi dice no: é Salvatore Borsellino, fratello di Paolo, che ha fatto richiesta che le intercettazioni - sulle quali si é scatenato un attacco senza precedenti alla Magistratura palermitana, come se non ce ne fossero altri, da parte delle istituzioni e di tutto l'apparato mediatico-politico italiano (lo stesso che come si stende a terra e fa da tappeto al potente di turno ora si erge a difesa della zona grigia nella quale si è svolta la trattativa di cui sopra solo perché ci sono voci non solo di uomini pubblici ma di uomini pubblici alquanto particolari perché risiedono .. là sugli erti colli), sol perché sono emerse l'oggetto del conflitto di attribuzione fra la Presidenza della Repubblica e la stessa Procura palermitana, ossia intercettazioni telefoniche di un ex ministro e vicepresidente del CSM al telefono con ..... - fossero acquisite agli atti proprio della Procura nissena e la richiesta l'ha fatta come "parte lesa": un bel macigno che fa da contraltare alla disinformatia di regime che da un lato sminuisce, come da copione, e dall'altro sparge veleno a fiumi: come nel miglior stile degli ultimi 20 anni; mi spiego così come e perché personaggi emersi in questi 20 e rotti anni hanno potuto fare il proprio comodo facendo e disfacendo costituzione, legislazione, ecc. secondo il proprio tornaconto senza che nessuno abbia avuto, al di là di parole di comodo e di circostanza ovvie, poco o nulla da ridire...... com'é strano questo paese, vero? La maggior parte della sua storia si situa proprio nella stessa zona grigia dove c'é la trattativa, anzi possiamo dire che anche il paese é nato su una trattativa, e pure sulla corruzione dei ceti che contavano dei vari stati preunitari (per fare un esempio si sa, ma non si dice, che il regno delle due sicilie fu conquistato solo con la passività delle milizie padronali della locale aristocrazia ...... e con la trattativa perché le fu garantito che nulla sarebbe cambiato, solo il regime dominante ma niente di tutto il resto .... ahh queste trattative sottobanco), sottotraccia fra la borghesia piemontese e l'altrettanto corrotta aristocrazia e borghesia del centro e del sud. C'é un bubbone, un cancro alla base della nostra storia: non é mai stato asportato e ora é andato in metastasi diventando incurabile: a questo punto, quando le cure sono inutili che si fa? Si danno antdolorifici per evitare che il malato muoia fra mille sofferenze: Per il paese dobbiamo fare così o abbiamo un alternativa? In teoria ci sarebbe un alternativa: affrontare i fantasmi del passato, tutti, e fare luce negli angoli bui; poi cambiare tutto.... ma dovremmo avere coraggio, un grande coraggio che altri popoli hanno avuto: ma noi, gli italioti, preferiamo bearci del nostro specchio illudendoci che alla fine andrà sempre tutto per il meglio e sperando, come sempre, nello Stellone che vigila su di noi; tanto, non avendo mai tenuto una condotta lineare (non abbiamo mai finito una guerra dalla stessa parte dove l'abbiamo cominciata) né sapendo cosa significhi il significato della frase "trarre le dovute conseguenze" ci autoassolveremo e ci imporemo di continuare a guardare di traverso la strada cercando di autoingannarci che alla fine della strada c'é sempre "il migliore dei mondi possibili"....




Forza Salvatore Borsellino!!!! Questo é un paese malevolo contro i puri di cuore che chiedono giustizia per sé e per i propri cari..... tieni duro per tutti noi che non sempre abbiamo il coraggio di alzare "l'agenda rossa", cosa di cui dovremmo vergognarci .....
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore