sabato 20 ottobre 2012

.. e ora, come ogni anno dal 2006, la mia finanziaria

E' un rito, il mio, orgiastico fare la mia finanziaria.
Ma stavolta farò l'elenco e basta, se vedo che c'è interesse allora posso anche fare punto per punto: non devo fare sfoggio di cultura.. sono solo un blogger
Cominciamo?
  1. taglio all'acquisto degli F35, almeno un centinaio di miliardi li risparmiamo (NON siamo in guerra);
  2. taglio alle grandi opere (TAV, ecc.) stimato un risparmio di altri miliardi ... più o meno 20, all'anno;
  3. taglio ai finanziamenti alle scuole private, quest'anno sarebbero almeno 500 milioni in meno;
  4. revisione dei patti lateranensi, nella loro parte finanziaria (circa 250 mln di euro risparmiati all'anno) e pagamento dell'imposta imu a tutte le attività commerciali con annessa elencazione .. in modo che non si dica che si danneggiano le attività caritatevoli;
  5. spostamento sulla fiscalità generale delle tasse occulte che oggi gravano sui lavoratori;
  6. rimodulazione dell'iva per fasce e non per prodotto (ad esempio perché un auto di piccola cilindrata, magari a gas, dev'essere gravata dal 20% di iva e non dal 4%);
  7. rimodulazione dell'ex irpef su quattro livelli (10, 20, 30, 45%);
  8. riforma dell'isee, con pene anche penali in caso di falso, con maggior attenzione ai redditi medi e medio-bassi;
  9. imposta unica per gli enti locali che riscuotono direttamente e nessun trasferimento dallo stato;
  10. 2 mandati elettorali a qualunque livello politico;
  11. nomine per merito o per professionalità acclarate nelle authority;
  12. riduzione della pressione fiscale sotto il 40%;
  13. applicazione dei concetti di capacità contributiva e massa contributiva così come previsti dalla costituzione;
  14. abolizione dell'iva sull'iva;
  15. acqua amministrata dal pubblico, con azionariato popolare;
  16. trasporti gestiti come al punto sub 11);
  17. riforma del lavoro con abrogazione del precariato, contratto a tempo determinato come contratto unico, e introduzione della flex security;
  18. sanità gestita a livello regionale, certo ....  ma i soldi verranno erogati dal Governo così come alla Corte dei conti sarà data facoltà non solo di fare controlli successivi ma successivi;
  19. abrogazione di qualunque sussidio alle imprese che non fanno ricerca sviluppo in autonomia o in collaborazione con il mondo universitario;
  20. nessun aiuto alle banche, se devono fallire che falliscano... la gente non perde i soldi perché esiste la liquidazione coatta amministrativa.
  21. abrogazione del fiscal compact;
  22. abrogazione di tutte le guarentigie per gli onorevoli di qualunque livello e introduzione del sistema inglese (si prende l'aereo? si porta gli scontrini all'economato e ci si fa rimborsare, facile facile...);
  23. in pensione dopo 40 anni di servizio, senza distinzioni fra uomini e donne (onorevoli inclusi), con il contributivo ma senza aliquote fantasiose e aspettative di vita.. nessuna revisione dei coefficienti; ossia senza alcuna scommessa contro la speranza di vita del lavoratore come aviene per le assicurazioni;
  24. nessun regalo alla cementificazione;
  25. nessun project financing;
  26. incentivi a chi assume e a chi sviluppa produzioni ecologiche o almeno non inquinanti;
  27. reintroduzione del falso in bilancio (o al minimo com'era prima);
  28. abrogazione di tutte le leggi approvate da 20 anni a questa parte;
  29. abrogazione degli studi di settori con o reintroduzione dela minimum tax o dell'accertamento con adesione, ossia sei beccato con le mani nella marmellata? Bene paghi 2/3 di quanto dovuto e amici come prima e la galera non la vedi, semplice semplice...
  30. tobin tax su tutte le rendite finanziarie;
  31. reintroduzione della patrimoniale sui patrimoni al di sopra dei 500 mila euro;
  32. aborgazione dell'imu e reintroduzione dell'ici con qualche variazione fra prima e seconda casa;
  33. in europa nessun diktat da accettare ma solo condizioni di reciprocità;
  34. leva fiscale favorevole alle famiglie e nessun rigore da imporre per aiutare banche e finanzieri;
  35. mercato regolato e lotta alle posizioni dominanti.. fino allo smembramento dei monopoli come peraltro accade negli USA;
  36. abrogazione della gasparri e mercato televisivo dove nessuna posizione stile raiset;
  37. abrogazione del finanziamento all'editoria;
  38. incentivazione alla ristrutturazione dei beni culturali perché questi sono il nostro petrolio e politiche del turismo da paese avanzato;
  39. incentivi al commercio;
  40. incentivi all'occupazione;
  41. didattica e incentivi alla scuola pubblica affinché ritorni e superi i livelli pre riforma berlinguer, se un privato vuole aprire scuole e univeristà lo faccia pure ma con propri soldi e non con aiuti dello Stato;
  42. ........
... mi son stancato.... ecco perché nessun movimento o partito vorrà mai il sottoscritto fra i suoi ranghi: l'elenco succitato é puramente indicativo, naturalmente..
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore