lunedì 1 aprile 2013

la mossa del cavallo..... di troia

.. prima c'era la paura di perdere lo scranno: e molti di loro l'hanno perso; poi è arrivato lo tsunami ma qualcuno, anzi una buona parte, s'è salvata e ha ripreso l'andazzo di prima pari pari: i nuovi non fanno così paura in fondo ..... visto che si son fatti da parte, pur avendo ragione nel farlo, da soli lasciandogli il campo libero per fare il proprio comodo.
E' un sistema morente, questo, lo sanno tutti eppure sembra immutabile e intonso. E' ormai, anche, chiaro che il treno superveloce sul quale si son imbarcati i cittadini "europei" è prossimo al muro contro sta andando a sbattere e l'unica alternativa è .... scendere: chi lo fa per ultimo si farà molto male. Nonostante tutto però non sembra molti se ne diano per inteso: pur di rimanere sul quel treno fino all'ultimo momento utile son capaci di tutto, anche di mantenere lo status quo e la nomina di "saggi (e che saggi il gotha del pensiero di fine prima repubblica)" va proprio in questa direzione: lavoreranno, proporranno, faranno conferenze stampa, riferiranno a chi di dovere e ...... si accettano scommesse che l'unica vera riforma ch sarà fatta non sarà quella, l'unica, che riavvicinerà lo Stato ai cittadini ma il suo esatto contrario: uno stato dove la costituzione e i diritti discendenti saranno "aggiornati" alle esigenze dei pochi a fronte dei tanti che nell'attuale versione potevano almeno avere un faro cui dirigersi quando il mare è in tempesta: spento quel faro.... grillo ha ragione quando dice che non abbiamo bisogno di badanti né di assistenti nè altro ed ha anche ragione quando sostiene che, come accade in belgio, senza un governo in carica, si può andare avanti perché è il parlamento a decidere e a fare le leggi cui "un" governo dovrà dare esecuzione, perché? Perchè per 20 anni e oltre è stato il governo a scippare al parlamento la funzione legislativa facendolo diventare ricettacolo delle proprie esigenze: una corte dei miracoli dove non serviva essere "competenti" per usare le dita per approvare qualunque cosa fosse proposto..... anche: della figlia di mubarak o di inserire nella costituzione una norma, voluta dalla ue e dalla germania, che c'impiccava a un pareggio di bilancio (seguita da altre anche peggiori come il six e il two pack e l'altro impedimento di non poter battere moneta) impossibile da raggiungere con un sistema economico planetario che prevede proprio .... il debito, sia pubblico che privato. Ecco il punto: come può uno stato, ma pure una società privata, raggiungere un pareggio di bilancio quando l'intero sistema economico-finanziario è basato sulla necessità di "stare" sui mercati per finanziarsi ... quindi indebitandosi? E come si può far fronte, "se si deve stare sui mercati (i quali notoriamente non sono per nulla democratici e badono solo al rientro dei soldi investiti)" dove contano concorrenza e profitto (e per fare entrambi si deve essere competitivi abbassando costi e servizi da fornire ai cittadini), a una scure del genere mantenendo fermi i principi democratici di cui il primo è decidere del proprio destino senza vincoli e limiti perchè sono loro, i cittadini, a dover decidere.... decisioni che ci sono state negate proprio sfruttando la costituzione e le sue virgole.
Si è dato un segnale con queste elezioni: si cambi... ma non nel senso finora percorso, in un altro senso; si rimetta da ora al centro i cittadini e i loro diritti (dal lavoro al sociale passando per la politica coniugata in tutte le sue forme ed espressioni) e li si faccia scegliere cosa, chi e quando: ecco i saggi che ci si aspetta e non questi che sono il meglio del peggio che ci ha ridotti così..
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore