giovedì 4 aprile 2013

Non può esser governato da "froci e comici": è vero; bastavano i quaquaraqua a farlo

E' inquietante il contenuto delle lettere (SE SONO VERE SIA CHIARO.. SEMPRE SE SONO VERE e non siano il solito colpo di teatro di qualche personaggio deviato che cerca di ricreare l'aria della strategia della tensione per spaventare la gente e basta e sarebbe già grave, ma ci abbiamo fatto l'abitudine anche a questo ormai), e si spera che stavolta siano prese terribilmente sul serio da chi di dovere (e non sottovalutate come accadde per quelle che precedettero gli attentati a Falcone e Borsellino vittime e agnelli sacrificali della trattativa stato-mafia), arrivate ai magistrati: un anonimo, terribilmente bene informato sugli spostamenti dei magistrati "target (guarda caso gli stessi impegnati nel processo che vede lo stato processare se stesso)", sostiene che "amici" romani hanno chiesto al service della mafia di farli fuori con un botto.....; naturalmente non si può non notare che il paese vive oggi la stessa problematica dei primi anni '90 che non sto a ripetere perchè, spero, la conosciamo tutti: indeterminatezza del destino dello stato;
movimenti nascenti dal basso;
estrema debolezza della politica e apparente impermeabilità dei nuovi venuti in parlamento;
incertezza dell'esito della crisi economica ecc.
tutti fattori che già allora erano presenti e che in questi 20 anni si sono incancreniti fino ad arrivare agli esiti finali attuali: in questo bailamme i poteri occulti mafiosi ed economici (in certi casi coincidono) non hanno punti di riferimento certi e fissi e quindi si trovano ad essere spiazzati e cominciano ad innervosirsi e a mandare segnali in giro sia agli attuali referenti sia a quelli potenziali; poi ci sarà la fase due .. l'agnello sacrificale e infine o la guerra totale o l'accordo.. nel nostro caso lo stato si è sempre calato le braghe e ha trattato: ricordate? si può convivere con essa? Bene, sarà il sigillo anche stavolta, temo... il problema é che in questi mesi sono venuti al pettine tanti nodi e non tutti risolvibili al solito modo "italiano".
Come allora siamo ad un ennesimo punto di svolta della nostra storia (ce ne sono stati fin troppi e tutti abortiti): a seconda della strada che si sceglie così cambierà il destino del paese..
si deve nominare un capo dello stato;
si deve fare un governo;
si devono trovare e costruire alleanze e maggioranze; ecc.
ma ci sono novità grosse che si sono verificate nel frattempo perché un nuovo movimento, M5S, è arrivato in parlamento e in sicilia una maggioranza atipica sta governando l'isola e, su punzecchiature grillesche, sta incidendo il cancro affaristico che attanaglia l'isola; è chiaro che chi si vede tagliare i fondi cui si abbevera da decenni comincia a sentire "sete" e di conseguenza a inkazzarsi perché sa che 'acqua che c'era, c'è ancora solo che è stato chiuso il rubinetto..... seppoi a ciò aggiungiamo che "amici romani" hanno chiesto di toglierli dai piedi, sempre se è vero, questi particolari magistrati che hanno messo sotto la luce l'incofessabile che riscriverebbe gli ultimi 20 anni del paese allora è chiara la manovra: i soliti due piccioni con una fava, come nei primi anni '90, per continuare come prima e anche più di prima... ancora una volta centrali saranno le "trattative" in corso nell'oscurità e ancora una volta centrali saranno i partiti: sia quelli "tradizionali" ormai screditati sia M5S che continua, purtroppo, nel "perfetto" isolamento sanitario che si è costruito da solo nel timore/terrore di vedersi compartecipe con la partitocrazia... temo che non sia solo mr B. a ringraziare ma pure questi dioscuri nell'ombra che contano proprio sulla paura e sull'incertezza proprio dei grillini nel vedersi confusi con la partitocrazia.
Lo ripeto: condivido il programma M5S ma sono solidale con Crimi quando sostiene su facebook che tener duro è difficilissimo dato che stesso dentro le aule parlamentari si comincia a reggere sempre meno la linea celodurista.. sia chiaro il parlamentare ha poi ritrattato e precisato e si è, anche, beccato il rimbrotto del capo del movimento e dei grillini infuriati per l'uscia sul social network; in ogni caso il problema rimane: mentre i grillini cominciano a perdere colpi (e voti) c'è chi si preoccupa di far sapere che non ha intenzione di vivere e farsi governare da "froci e comici" e lo fa mettendo sul piatto la sola cosa che una parte della politica capisce perché sa...... io vi avverto e vi intimo di mettervi d'accordo e in cambio io vi elimino il problema "processo allo stato trattativista" eliminando le memorie e chi ce le porta alla luce.
Aveva ragione Pietro Ingrao nel paphlet "indignarsi non basta" allora? Si deve essere fattivi e mai come ora senza egoismi e paure....
Esprimo solidarietà ai magistrati oggetto delle attenzioni terroristiche e auspicherei, con Marco Travaglio che lo ha detto per primo e autorevolmente cui mi accodo convintamente, che i provvedimenti disciplinari agli stessi e le accuse che gli vengono rivolte (pretestuose perché suonano come monito e rappresaglia per il suindicato processo) siano ritirate e si faccia quadrato intorno a loro; e rivolgo, come la Serracchiani, l'invito al Capo dello Stato a prendere l'aereo e a fare scudo istituzionale ai magistrati per far capire che al di là di tutte le polemiche, indiscrezioni e scontri, che l'intero Stato difenderà questi magistrati affinchè non si possa piangere domani anche i loro nomi.....
Voglio infine rivolgere anche un appello al M5S: su questa problematica non ci possono esser dubbi e incertezze nè fraintendimenti....
qual'è la vostra posizione in merito?
Esprimerete la vostra fattiva solidarietà ai magistrati palermitani?
Promuoverete le leggi sul falso in bilancio, sulla prescrizione e sul 41bis reintegrandolo nello spirito originario per cui fu pensato?
Non ho mai chiesto di fare accordi con il pdmenoelle ma, visto che ci si ritiene i vincitori morali delle elezioni (ed è vero), perché non mandate un messaggio chiaro alla politica e alla società cominciando dal cancro malavitoso che corrode la nostra società da sempre, dando un segnale chiaro ossia, pur mantenendo il principio del "nessun accordo" ma mettiamo con le spalle al muro la partitocrazia italiana partendo dalla lotta alle mafie e ai loro collusi?
....... è troppo chiederlo o arriveranno anche qui i fulmini salvonaroliani da quel della Liguria?
Perchè vedete qui il gioco si sta facendo duro e c'è chi sta soffiando sul fuoco per spostare l'attenzione dai problemi del paese per spingerci nell'alveo tradizionale come nel '92 e io non sono disposto a transigere su questioni come queste nemmeno con voi e con me credo, se son veri gli studi degli istituti che osservano e analizzano i flussi elettorali, una bella fetta dell'elettorato che ha votato M5S (che oggi si è sentito dire e visto scritto "non ci dovevate votare") viene dalla sinistra (circa il 60%) e che la prossima volta ci penserà non una ma ben dieci volte a rifarlo visto come viene disatteso il mandato dato: non un accordo ma uno sbocco e invece finora niente dell'uno e nemmeno dell'altro con il risultato che i poteri occulti hanno praterie da arare per futuri accordi e ricatti per ritrovare una convivenza, e una connivenza, in cui tutti guadagnino ma i cittadini e la democrazia perdano.. anche la speranza di credere nel proprio futuro oltre che dei propri figli; cari amici cui va la mia stima personale: la pazienza è finita è la misura è colma, vi abbiamo dato mandato di cambiare e non di aspettare gli eventi quindi o vi date una mossa o .. avete l'esempio della lega davanti che da movimento di lotta è passato a cerchi magici e barbari sognanti..... perché rischiate di ritrovarvi a ..... fare la conta in quattro o poco più; ci son cose come queste lettere provano, che non possono essere oggetto di prese d'atto e basta....
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore