domenica 26 maggio 2013

Amministrative 2013: vince l'astensione, perdiamo noi...

I dati parlano da soli, e siamo solo ai votanti non ai risultati: il partito dell'astenzione supera abbondantemente le quote storiche; mai come ora è il primo partito e, se ciò no basta, l'unica vera opposizione a tutto ciò .... paga dazio e perde voti: non per inettitudine, forse, ma perchè non convince; ci si aspettava di aprire il Parlamento come al paese e invece ..... c'è mancato poco che loro implodessero per semplice mancanza di incisività, certo, ma soprattutto perchè sono NON INCISIVI, per fare un esempio: hanno presentato un DDL sulla tav.... respinto dal Presidente del Senato come irricevibile con motivazione deboli e loro cos'hanno fatto? Mica han fatto casino.... mica hanno bloccato i lavori, no, ne hanno preso atto e tutto come prima: come puoi pensare che questi aprano il Parlamento come una scatola di sardine?
Il problema è che sono anche la unica, e forse l'ultima, speranza di fare le cose per bene e senza grossi traumi.. dopo c'è solo frustrazione, rabbia e chissà cos'altro ma soprattutto si darà ragione a chi sostiene, e non da ora (ma dal lontano 1930 quando Lippman, consigliere della moglie di F. D. Roosvelt, sostenne che il popolo è si depositario della democrazia ma non sa governare .... ci vogliono i migliori fra esso per indirizzarlo), che non siamo capaci di governare da soli ma ci vogliono "loro" ..... e come dargli torto?
Non so se domani cambierà qualcosa o meno a qualche mese dallo tsunami che tante speranze ha dato, ma so per certo che tanti milioni di persone che non votano sono la sconfitta di quella democrazia di cui tanti parlano ma che pochi praticano ed è un male per tutti: non per le lobby, certo.. l'inciucio in ogni caso vince; ma per tutti gli altri si, eccome..
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore