venerdì 31 maggio 2013

Come (non) eliminare il finanziamento pubblico....

Rullo di tamburi.... dal 2017 sparisce il finanziamento pubblico dei partiti, esultate gente: è finita... ma lo è davvero? A leggere il DDL bè qualche dubbio viene: ci sarà il 2 per mille e se rimane qualcosa lo Stato s'impegna a dare altrettanto fra i fondi NON destinati proporzionalmente agli stessi. Certo l'è proprio un gran passo se si guarda da questa angolazione, vero? Insomma: risparmianno ufficialmente ma in realtà il rischio è che gli stessi addirittura abbiano più soldi di ora: è appena il caso di ricordare che c'è stato un referendum che ha stabilito la completa cancellazione proprio del finanziamento? E cosa diciamo dei soldi che da imprese, banche, assicurazioni e lobby varie arrivano alle fondazioni che si nascondono dietro i politici? Se mai vi venisse voglia di fare un giretto per ... fondazioni scoprirete che nei vari comitati degli sponsor c'è il meglio dei salotti buoni e quindi il fiume di denaro non s'interromperà certo, anzi sarà peggio perchè non c'è controllo pubblico e dei politici, di cui la stima oggi è bassa, poi ... sarà inesistente e, come negli usa, toccherà alla società discriminare chi è il buono e chi il cattivo, in più il problema che il fiume di denaro pubblico non s'interrompe completamente.... insomma il rimedio sarebbe peggiore del male.
Cosa si poteva fare?
  1. interrompere completamente, e da subito, il finanziamento pubblico senza artifici di sorta;
  2. fare si una legge ma di riforma non solo della dazione pubblica ma soprattutto della dazione privata, possibilmente obbligandola a essere pubblica, sia per le fondazioni che per i partiti e altro a loro collegati, perchè i cittadini DEVONO sapere chi finanzia chi; non è una novità dato che in altri paesi ciò avviene da anni.
  3. Obbligare gli stessi politici a dichiarare come si finanziano le campagne.
Lo so che è chiedere la luna.. ma visto che il passo è stato fatto, grazie al M5S, perchè non farlo perbene una volta per tutte?
p.s.
Qui c'è l'addio di Dario Fo alla sua compagna, struggente davvero....
oggi il fatto quotidiano a pagina 11 in un occhiello dava la notizia di come la deswtra da l'addio a Franca Rame, ve lo riproduco qui:
  1. due parlamentari di Fratelli d'italia evocano il rogo di primavalle sostenendo che di "Rame" loro conoscono solo il metallo.
  2. forza nuova associa l'attrice a Don Gallo sostenendo che "c'è coda all'inferno. Franca salutace don Gallo.
  3. il giornale d'italia scrive come, con lo stupro, Rame "pagò le conseguenze" di aver firmato nel 1971 l'appello del settimanale L'Espresso che chiedeva la verità su Pinelli, fermato perchè erroneamente ritenuto coinvolto nella strage di Piazza fontana e sfracellatosi al suolo dopo un volo dalla finestra della Questura di Milano
... nulla da aggiungere a quanto sostenuto dai fieri sostenitori dei valori occidentali.
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore