domenica 5 maggio 2013

Catalano: addio all'ovvio..

Massimo Catalano era il re dell'ovvio; fu profeta in patria: con i suoi motti fotografò quell'italia che apriva la bocca solo per dargli aria e stupire il popolo bue cone "parole difficili",  se pur scontate, dette con la sfrontatezza di chi sapeva di dirlo. Come non ricordare:
  1. meglio dal morto che dal vivo;
  2. È meglio lavorare poco e fare tante vacanze, piuttosto che lavorare molto e fare poche vacanze;
  3. È meglio innamorarsi di una donna bella, intelligente e ricca anziché di un mostro, cretino e senza una lira.
... per dirne alcune. Sembrano, come detto, banalità ma se ci si va oltre, nel recondito significato, si comprende che non faceva altro che mettere in ridicolo le vere banalità sociali, i luoghi comuni, le tante fesserie che vengono dette nei momenti in cui forse si dovrebbe tacere e non si vuol farlo perchè esserci e dire è meglio di esserci e stare zitti (questa è mia).
Non so se vi siete mai trovati in una di queste situaizoni, io si: e più di una volta e devo dire che mi divertivo da matti a guardare le dottissime discussioni, sempre le stesse, che venivano tenute a casa di amici o di conoscenti dove nel più e nel meno erano sempre le .... stesse. Il bello è che non eravamo a Quelli della notte, ma in una normalissima casa ... sbadigli, mentali, a go go e parole al vento e in mente proprio il personaggio arboriano, mancava solo lui.
Mi mancherà...
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore