martedì 7 maggio 2013

Sanità e Salute: la Toscana fa da battistrada?

Ormai è chiaro: la sanità pubblica la stanno smantellando, pezzo per pezzo (come hanno fatto per le pensioni, il sociale in senso stretto, l'assistenza ecc.) e ce la fanno sotto gli occhi per giunta; se a ciò aggiungiamo il buco nero degli sprechi, degli stipendi d'oro degli amministratori e, simili, delle ASL, delle consulenze, delle clientele delle "spericolate" assunzioni fatte con concorsi fasulli (all'ASL massese hanno assunto amministrativi a iosa - e nemmeno sanno dove sono ma chi sono si ... visto che giornali, sindacati e anche i magistrati, contabili e non, stanno indagando; in realtà servivano al solito infermieri e medici - e, con la scusa del buco fatto - buco che ha avuto rilevanza nazionale ma che in realtà ce l'hanno tutte le ASL toscane, ma Massa serviva come laboratorio dove introdurre, in base al principio della shock economy ossia fail colpo poi vedi l'effetto che fa e poi imponi quello che vuoi fare se la gente, in generale e non, non reagisce ... cosa che accade puntualmente in questo paese - dalla precedente gestione, su cui s'indaga ma s'indaga pure sulla mancata vigilanza della Regione, ora stanno facendo un altro passo in avanti... è questo l'argomento del post), dell'acquisto di medicianli e attrezzature non sempre utili, oppure ancora l'uso di cooperative per i pronto soccorso e simili o dottorini a contratto di primo pelo che non hanno esperienza di prima urgenza ..... e si potrebbe continuare per anni con le inefficienze della sanità; ma il punto vero è che: sapendo che un sistema siffatto non può reggere il peso del sistema messo dalla politica corrotta e visto anche i tagli dei governi succedutisi in questi decenni cos'altro potevano fare per evitare che la gente, quel corpo sociale passivo che sopporta tutto, prenda i forconi?
Semplice: in soccorso arriva, come sempre, il modello inglese adottato già nel nostro paese per il sistema ASL...... ma prima mettono al sicuro i propri "manager": ecco partire il solito giro di nomine, sempre gli stessi delle solite persone che vanno da "A" a "B" e da "B" a "C" e chi era in "C" torna in "A" e così via.. solo dopo fatto ciò si può far cominciare la vera baraonda.
Ebbene:
  1. Prima crei le Estav e le Sestav.... società che gestiscono la "salute" toscana e poi accentri le "farmacie ospedaliere" in due tre città e altro ancora sempre all'impronta del risparmio naturalmente.......
  2. c'erano soldi, europei e non, da impiegare e i nostri amministratori anziché risanare e migliorare, che fanno? Costruiscono nuovi monstre grigi, sembrano cimiteri tanto son brutti, onnicomprensivi delle specializzazioni per "gli acuti", uno per ogni zona (lasciamo stare "come e dove" li hanno costruiti - un piccolo esempio è quello che uno di essi quando piove si allaga negli scantinati e un altro appena finito è stato costruito ... sulla sabbia - ma almeno servono?), con un proprio A.D. che lo gestisce anche dando in affitto a privati zone..infatti sembrano hall degli aereoporti e non luoghi di cura.
  3. Fatti questi, nonostante le giuste proteste di varie associazioni, si è proceduto a chiudere quelli vecchi .. a Massa, se lo volevano chiudere, come mai lo hanno completamente ristrutturato spostandovi specializzazioni dalla città gemella di Carrara, il cui ospedale non chiuderà? Non si sa se mai ci sarà una risposta..... ma c'è un piccolo, si fa per dire, problema.... la Toscana ha zone e borghi montani in province enormi e se uno si sente male, che so un infarto, e un elicotero è impegnato altrove, o è inverno, come fa ad arrivare in tempo al più vicino ospedale epr gli acuti? Mah....
  4. Visto che il 118 costa... lo accorpano; su dieci province ne fanno tre.. ora immaginate un call center che risponde da, che so, Pisa come fa a inviare una autoambulanza per le emergenze ad Aulla in una certa via che ha lo stesso nome di un altra via in un altra frazione o città della zona? Anche qui, Mah...
  5. infine arriviamo alla chicca salva sanità e l'esempio lo prendono sempre dalla sanità inglese (che è una delle peggiori d'europa se non si hanno soldi) ... innanzitutto creeranno ambulatori gestiti dai medici di famiglia con un coordinatore, messo lì più per risparmiare all'osso che per evitare doppioni, che dovrebbero "alleviare" il lavoro del pronto soccorso senza soldini in più naturalmente..... e, come se non bastasse, le "CASE DELLA SALUTE"...
  6. arriviamo proprio a queste "CASE" con un costo di 8 mln di euro e rotti con medici, infermiere, pediatri, strumenti diagnostici; aperte 7 giorni su 7 per almeno 12 ore e alcune 16 ore....  dopo ti attachi con il 118 e i pronto soccorsi provinciali (attenzione la province le stanno accorpando quindi.....); saranno 54 di cui 9 saranno ospedalini riconvertiti .. un contentino per le popolazioni locali.
ma qual'è l'aspetto "politico"? Le opposizioni insorgono naturalmente, fanno il loro mestire, e mettono in luce le negatività.. una per tutte quei soldi potevano essere usati meglio migliorando l'esistente ad esempio; ma c'è anche un altro aspetto, non poco importante: tutta la politica piddina si è schierata a difesa dei propri feudi e in secondo le proprie appartenenze non solo "geografiche" ma anche di corrente.. quindi la lucchesia è difesa dal tal deputato e il fiorentino dal talatro poltiicastro regionale.. ma anche: renziani contro bersaniani; ex-ds contro ex-margherita, ecc. insomma una faida che, però, non è una cosa "loro" ma riguarda un bene tutelato costituzionalmente.. la salute nostra.
Ora, mi direte, che gli frega? Son talmente sicuri di vincere qui in questa (ex)Regione rossa che non temono rivali, ed è vero... ma è anche vero che in realtà qui l'opposizione sociale sta crescendo ma è ancora disorganizzata mentre è organizzatissima la macchina di potere, e di interessi politici e non, che sta distruggendo la sanità toscana, insieme a quella emiliana, che una volta era un modello copiato una volta..... almeno quando saremo nonni potremo dire: c'era una volta la sanità toscana e avremo qualcosa da raccontare ai nostri nipotini, mentre stiamo controllando l'assicurazione sanitaria se ci copre il tal malanno e quanto ci costa andare da un privato (oggi hanno fatto in modo di far pagare ticket che costano talmente tanto che in molti vanno dai ... privati) con i nostri soldi... esagero? Non credo.... perchè nonostante le tante rassicurazioni questi "professionisti" della politica non hanno capito che la gente è relamente stufa ma lassù in regione, come a roma, non ne hanno sentore: se solo i grillini fossero un tantino più, come dire, cattivelli qui farebbero il pieno ma ... come sempre alcuni sono neofiti e altri ne sanno abbastanza ma non sempre basta, purtroppo...
Cosa manca affinchè possano fare il passo finale? Non sarà mica un default pilotato (come hanno fatto A massa con il famoso buco il quale non sembra aver fermato, come dicevo, nè assunzioni nè sprechi, della sanità toscana, vero?
p.s.
la news l'ho presa da la nazione del 7 maggio 2013 pagina 21 .. per la precisione come diceva l'illustre Catalano...... (..)
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore