domenica 9 giugno 2013

Il presagio di Hindeburg... non è ancora finita con le montagne russe della finanza

Pensavamo forse che fosse finita? I mercati sembrano solo calmi in realtà si sta preparando una vera e propria tempesta perfetta che porterà ad un nuovo crollo degli stessi e, di conseguenza, a nuovi problemi per gli Stati e .... altri sacrifici per noi comuni mortali.
Ma che cos'è il presagio di Hindeburg?
Il Presagio è un segnale che solitamente anticipa una caduta dei corsi azionari. Si puo' identificare studiando i grafici e l'andamento degli indici di borsa, in particolare del NYSE (indice della borsa di New York) dove negli ultimi tempi ci sono stati minimi e massimi dei corsi dei mercati stessi e dei vari titoli nel giro di poche settimane, ravvicinati fra loro; per identificarlo devono ricorrere alcuni requisiti chiaramente identificabili (riassunti nelle montagne russe dei mercati di cui parlavo prima); questo, HO (Hindeburg Omen), è un semplice indice tecnico con cui gli economisti fautori del mercato libero identificano, appunto, lo scatenarsi della tempesta: ce ne sono state in passato (fin dal 2008 per rimanere al presente) ce ne saranno ora e in futuro .... almeno finchè gli Stati rimarranno passivi osservatori degli stessi, anzi schiavi degli stessi: non è un caso che Hedge Fund, speculatori, agenzie di rating, private equity, ecc. quando hanno problemi con le loro equazioni econometriche, dicasi profitti, acquistano e vendono il debito degli Stati facendogli fare il saliscendi ben sapendo che gli stessi si sveneranno, e ci sveneranno, per tenerli buoni assumendo l'onere di pompare soldi agli stessi e trasferendo i debiti contratti dal privato al pubblico: nemmeno nel 1929 tanti soldi son passati dal pubblico ai privati.... le brutali flessioni anticipate dall'Hindenburg Omen si concretizzano ENTRO 130 giorni al massimo.
il punto é: si può fermare una tempesta? Climatica, no; al massimo la si può prevedere e lanciare l'allarme affinchè la gente possa prendere le dovute precauzioni; ma nel caso di una tempesta "finanziaria"? E, in questo caso, quali iniziative si possono prendere a difesa di Stati e, soprattutto, dei cittadini?
Teoricamente, lo Stato dovrebbe intervenire sia rassicurando i mercati della propria solvibilità sia, soprattutto, emanando provvedimenti a difesa dei risparmi pubblici .....e privati. Ma sappiamo benissimo com'è la situazione oggi, quindi abbiamo un problema: se davvero si (ri)scatenerà la tempesta come ci possiamo difendere da soli visto che il ceto dirigente politico, industriale e bancario è colluso proprio con coloro che sui mercati speculativi, soprattutto quelli della cosiddetta finanza oscura, agiscono in tal modo solo per fare soldi: ebben si, e alle viste tutto fa pensare che non cambieranno idea nel breve termine, anzi le riforme in cantiere vanno proprio nel senso opposto a quanto sperato ...... protezione dei mercati e degli operatori e conto da pagare per tutti noi. Volete i nomi dei cosiddetti operatori? Bene: Turquoise, RiverCross, CrossStream, Baikal. Nomi che evocano mari trasparenti, laghi profondi e puliti, fiumi alpini da attraversare. In realtà sono quanto di più oscuro abbiano prodotto i mercati finanziari negli ultimi anni. Tanto che, in gergo, sono indicati come "dark pools" (pozze, piscine scure): borse alternative dove si possono negoziare grandi quantitativi di azioni senza che nessuno riesca a vedere i prezzi intermedi della contrattazione. Si vede solo il prezzo finale, quando i giochi sono fatti ma non le motivazioni e tantomeno i percorsi che fanno i soldi utilizzati. Un esempio: prima per approvvigionarsi uno andava in banca che doveva seguire le regole di Borsa; ora no: la Banca si serve delle c.d. "dark pools" dove ci sono interessi bassissimi e soldi relativamente facili (ricordate, la bolla immobiliare? Essa è scoppiata propria a causa dei "mutui facili"......) da acquisire. Da quando sono stati liberalizzati completamente gli Alternative Trading Systems tutto è cambiato, proprio tutto: sia per gli operatori che per i clienti e gli Stati. Come se ne esce? Andando alle radici innanzitutto: regolamentare le dark pools; mani libere con i mercati; possibilità di accedere in tempo reale alle riserve auree; possibilità di stampare moneta; manovrare la leva finanziaria; tassare le operazioni borsistiche e le relative rendite anche laddove agiscono sui mercati "alternativi" ... insomma, in una parola, riprendersi la sovranità fiscale, finanziaria e monetaria ora in mano a qualche ex dipendente della Goldman Sachs o simile e a qualche eurocrate di passaggio liberista; altrimenti sarà l'ulteriore disastro che impoverirà altre fette di popolazioni e, forse, d'interi Stati....  se volete il mio personalissimo consiglio: rimanete liquidi foss'anche pochi spiccioli rimanete liquidi perchè la rapina continua e qualche spicciolo in tasca serve eccome e, soprattutto, non metteteli in banca.... e alle prossime, più o meno un anno, elezioni non andate a votare se dovete votare per i soliti noti: son proprio loro che hanno messo le premesse di tutto ciò!
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore