giovedì 21 novembre 2013

ieri quella vera.. ora le balle

Già, mentre il vero ministro delle finanze lavora ben defilato la politica pensa bene a farsi del male (leggi Cancellieri e, da ultimo, l'IMU sui cui non sanno decidere) e fare fumo; proprio fumo, come? Arriva l'ennesimo piano di "svendita" meglio note come privatizzazioni di quote e asset da cui "si aspettano ben 12 mld"; proprio 12. Come hanno fatto il calcolo? Un mistero, perchè per poter raguingere una cifra del genere dovrebbero vendere in questi tempi di magra ...... tutto e non qualche quota: nemmeno uno sprovveduto che finora ha vissuto sul himalaya si farebbe abbindolare così; molto più probabile è la mossa alla Tremonti ossia attuano il buyback o meglio vendono e comprano da se stessi: per fare un esempio vendono sul mercato, con l'aiuto dei soliti noti (banche qualche agenzia alla S&P con milioni in provvigioni), e fanno acquistare che so .... alla CDP meglio nota come Poste italiane? E' il solo modo per far sborsare a qualcuno tutti sti soldi, in questo caso a spese dei tagli alle sedi decentrate di questo ente, di aumenti delle varie tariffe e infine a spese dei correntisti...... ma sono nel panico e quindi qualcosa devono pur fare per giustificare dove sono e perchè, giusto?
Altro problema invece sono gli affari: non contenti dei tantissimi disastri combinati fino a oggi (i cui effetti sono sotto i nostri occhi anche in questi giorni) i nostri governanti ...... hanno pensato bene di dare il via a un colpo di reni alla deflazionata economia italica, come? Semplice: la costruzione degli stadi..... e fin qui nulla di nuovo ma c'è una piccola aggiunta ossia hanno previsto la costruzione di alloggi, centri commerciali, uffici, e tutto quanto l'immaginazione italica possa figurarsi in fatto di colate di cemento e d'impatto ambientale con la semplice scusa di costruire... stadi.
Che ideona!! Questo si chiama pompare soldi nell'economia, soldi nostri non loro. Un mezzuccio per dare soldi in giro e far vivere ancora per qualche anno aziende che stanno soffocando a causa della mancanza di soldi da parte delle banche e quindi condannate a sparire.
Vi sembra logico buttare nel cestino miliardi che potrebbero essere usati altrove e con maggior profitto sociale quindi dei molti invece di far fare profitti a pochi ossia aziende che stanno fallendo a causa non nostra ma delle banche? E perchè non fare in modo di far sputare alle banche questi soldi invece di farli cacciare a noi sotto forma di tasse, imposte, contributi per giunta aumentando anche il debito pubblico?
Ripeto la domanda di ieri:
Messi bene vero?
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore