venerdì 22 febbraio 2008

Balcani: il fuoco sotto la cenere riprende vigore.....

Che cosa volevano ottenere gli USA, ed i loro sodali, nel riconoscere l'indipendenza kosovara? Rimarcare la loro necessarietà e spingere l'orso russo fuori dalla tana? Spaccare l'Europa in più tronconi mettedone a nudo le diverse posizioni e le differenze nascoste facendo (e questo potrebbe essere per l'uomo comune una cosa positiva) il disegno liberista dell'Europa unita? Lasciare alla futura Amministrazione americana (probabilmente democratica) un'altro problema su cui intervenire e un'altra rogna da grattare? Creare un'altro stato cuscinetto nel quale scontrarsi con i nemici evitando, ancora una volta, di portare la guerra ai propri confini? Dire chi vivrà vedrà sarebbe stupido ma ignorare la cosa sarebbe a dir poco criminale. Tante sono le questioni, ma una sola risposta: il Vecchio Continente non è capace di fare autonomamente le scelte e va sempre a ruota dell'imperatore e rischia di diventare ancora una volta il teatro principale dello scontro in fieri che vede Russia (e dietro di essa la Cina) e USA che nel loro delirio di potenza e onnipotenza sono tornati a giocare pro domo sua con i destini altrui insensibili sia alle reali necessità delle persone sia degli equilibri faticosamente in secoli di storia e di sanguinose guerre. Sbagliano i Governi che hanno seguito il riconoscimento americano dei Kosovari; sbagliano per tanti motivi: non ultimo quello che vedrà di qui a poco tempo il riesplodere della guerra etnica senza possibilità stavolta di girarsi dall'altra parte o di nascondersi dietro improbabili interventi e risoluzioni ONU o aspettare, ancora una volta, i "salvatori" della democrazia d'oltreoceano che facciano qualcosa, mentre in realtà è l'ignavia e la pavidità europea, pedissequamente schierata a fianco degli americani, ad averne creato le premesse. Situazione senza via d'uscita? Si stante il servilismo europeo rispetto all'interventismo americano. No, se in un ravvedimento immediato e repentino si seguisse la prudente linea di paesi come la Spagna che non riconosceranno l'entità kosovara e si terranno fuori dalla diatriba e, si spera di no ma non sarà così, dall'imminente guerra: è anche vero che da noi purtroppo non c'è uno Zapatero ma politici che hanno visto troppe volte "Happy days" nella loro infanzia.
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore