lunedì 12 gennaio 2009

Sarà Soru l'ultima spiaggia del PD?

Un'interessante articolo sul Corriere della Sera (a firma di Verderami), apre degli scenari nuovi nell'ormai morente fronte "democratico" ridotto a un'area di signorotti che amministrano in nome altrui e per proprio conto, spesso a livello locale (no; meglio; interesse), quello che doveva essere il "nuovo" partito "accogliente" della nascente sinistra moderna e moderata che guarda a occidente e propone un futuro di felicità, ricchezza e benessere con lo stesso sistema politico/economico che i loro predecessori (DC e pentapartito; PDS poi DS e Popolari - nelle varie espressioni e forme - e ulivi vari; ora PD) hanno voluto, creato e portato a maturazione, e che ha creato il disastro sociale/politico/economico che abbiamo sotto gli occhi tutti (non solo da noi ma negli USA) dove contano immagine, poteri forti amici, (anche quelli religiosi che però finora hanno scelto "l'altra parte" sol perchè gli da di più ma essendo il nostro un paese bizantino chissà in futuro chi lo può dire.......) e gruppi di pressione conniventi piuttosto che la soddisfazione del 70% dei cittadini che invece sempre di più vedono aprirsi il baratro della possibile povertà; una povertà che non sempre significa solo difficoltà a mettere pranzo e cena insieme solo ma anche un futuro rubato per le pensioni da fame che li aspetta (che fine hanno le pensioni private e perchè si tace sul fatto se i fondi pensione hanno il marcio al loro interno o no?) e il precariato perenne dei loro figli (anche questa è povertà) da un lato ..... e, dall'altro, la speranza che chiunque vada a governare (foss'anche un proprietario di tv) gli possa dare quella via di fuga dalla triste verità: il liberismo è una fonte di ricchezza per chi i soldi li ha già e non ama nessuna regola che gli impedisse di farne altri a spese altrui: un paese che "ama" il furbo, e non il probo, è un paese che non ha nessun futuro e può solo vivacchiare e rapinare le ultime, poche, ricchezze che ancora gli sono rimaste. In questo quadro Soru rappresenta l'ennesima novità di questa morente sinistra "moderata" che può infondere speranza e aprire uno spiraglio in questo mondo di buio (dove l'uomo post terziario vive) e può dare nuova linfa a quella massa ulivista e prodiana che non sa più a quale santo, si fa per dire, votarsi pur di riprendere a sperare che "qualcosa cambi": qualsiasi cosa. Soru in questo scenario fa paura a tutti. Fa paura alla destra demagogica perchè anch'esso è un'uomo immerso nel mondo dei media (fondatore di tiscali e sa bene il potere che i media hanno nell'attuale società caratterizzata dalla rincorsa all'insostenibile leggerezza dell'essere e dal pensiero debolissimo e fluttuante) e fa paura ai signorotti del PD perchè rischia di toglierli la scena e l'area del consenso (anche se c'è da scommetterci che gli si accoderanno e ne sfrutteranno l'aurea di novità prima per poi digerirlo come hanno fatto con Prodi) riproducendo quell'ulivo tanto emuto e odiato dalle èlite: soprattutto se vincerà le elezioni Sardegna (come dice l'articolo del Corsera è in forte vantaggio rispetto al concorrente "ufficiale" del PDL e anche a quello "vero" ossia il Capo del governo secondo i sondaggi riservati anche perchè siamo, cito dal giornale, in Sardegna e non in Brianza: non bastano le barzellette.... i sardi sono persone serie!! Avremmo molto da imparare da loro e dalla loro storia noi "continentali") Soru davvero potrebbe essere l'asso nella manica per "ricompattare le truppe" in rotta precipitosa di quest'area. Personalmente ho molto apprezzato l'attività di Soru come Governatore della Sardegna e soprattutto ho moltissimo apprezzato come sia andato lancia in resta contro chi lo voleva far fuori, con una guerra "preventiva" in stile bushiano, dall'agone politico e quindi da semplice blogger mi permetto di dargli un consiglio: si guardi dai "Greci" che portano doni ..........................
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore