venerdì 17 aprile 2009

Annozero: riparazione "puntualizzata" Santoro non molla ... Vauro nemmeno

Insomma Santoro, nella sua trasmisione Annozero non si smentisce mai. Pur essendo sotto "doppio controllo segreto (citazione dal film "Animal house" con John Belushi, chi lo ha visto sa di cosa sto parlando chi nn lo avesse visto è invitato ad acquistarlo o affittarlo e a procurarsi un pannolone da incontinenza o a mettersi vicino un vasino da notte perchè fa ...... morire dal ridere, anche se intelligentemente e, .... amaramente, perchè estremamente attuale)" ha fatto esattamente quello che ci si aspettava da lui: il suo mestiere. Infatti ha fatto esattamente la trasmissione facendola cominciare da dove l'aveva lasciata e continuando sulla stessa strada; anche le vignette di Vauro erano presenti e spiegate da un'altra vignettista. Tutto da copione e tutto nell'assoluta convinzione che la libertà di stampa, elemento importantissimo sia del diritto di libera manifestazione del pensiero che del diritto di critica (entrambi costituzionalmente garantiti), dovesse essere garantita a fronte del malcontento dei potenti e dei loro sodali: dell'altro ieri, di ieri e di oggi. E, come da copione, il CdA RAi, con la manforte del Neo Presidente prontamente allineato e coperto, ha già deciso che anche questa trasmissione dovesse essere messa sott'accusa perchè "lesiva" (di cosa non si capisce, visto che nella stessa trasmissione stessa è stato ampiamente dimostrato che ad essersi risentiti non erano i volontari ma altri molto in alto e molto potenti e non solo laici ma anche di "nero vestiti"). Nel frattempo però una cosa è certa: il pubblico premia le voci fuori al coro (come riconosciuto anche dalla stampa"allineata" alla maggioranza) con uno share del 20.84% segnale chiaro di necessità di una voce critica, anche faziosa se necessario, perchè di questo ipocrita buonismo e di questo fatalismo catastrofista sul terremoto predicato un pò da tutti NON SE NE PUO' PIU'!! E basta!! Diciamo le cose come stanno: c'è stata mala politica; c'è stata connivenza da furbetti del quarterino sulla edificazione di case non a norma e al risparmio; mancata osservanza delle leggi dello Stato (e questo è tipicamente italiano); mancata vigilanza sulle ristrutturazioni delle case e degli edifici pubblici; mancati controlli sulla costruzione sia case private che di edifici pubblici (che infatti si sono sbriciolati come fatti di carta); e chi più ne ha più ne metta. Perchè metterlo sott'accusa se dice cose false? Forse si teme che lgente si risvegli dal torpore mediatico e scopra l'enorme ipocrisia che pervade la società italiana? Che la crisi è dura e non passerà così facilmente se non fra anni? Che i milioni di dispoccupati rimarranno tali per anni e magari fuori dalla dignità del guadagnarsi il pane lavorando per sempre? Che possa esplodere quel conflitto sociale che in altri paesi si sta acutizzando e cha da noi invece è frenato da tutti, a partire dai sindacati, per timore che saltino i tanti compromessi stipulati e che la cappa "politica" creata da una casta da noi delegata, che si è abbarbicata al potere, e il tappo socio-politico salti e apra la srtada ad un ambiamento non voluto nè auspicato? I ceti che attualmente appoggiano il sistema dei partiti, ampiamente ripagati, temono esattamente la stessa cosa ma sono minoranza e se dovesse finire il torpore anch'essi avrebbero da temere il cambiamento in senso lato: ecco perchè mano a mano che il sistema attualmente vigente si sente attaccato si difende attaccando a sua volta, sicuro di essere pressochè impunito e onnipotente (con varie sfumature, naturalmente, che vanno dall'attacco diretto alla difesa d'ufficio senza convinzione), limitando quei pochi spazi che ancora restano ai cittadini non solo per esprimersi direttamente (legge ammazzablog) ma anche per sentirsi dire quelle cose che altri, pedissequamente abbarbicati vicini al sole, gli occultano nel mare d'informazioni da cui giornalmente veniamo bersagliati.
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore