domenica 20 settembre 2009

Bersani, Franceschini? la Destra? Di Pietro? Tutto qui?

Mentre Bersani si esercita in "understatement" nonostante le "elezioni" interne dicano, nonostante la scarsa affluenza, che è in vantaggio sul segretario spostando il target sul voto contro il Governo (teme forse che se realmente dovesse vincere una buona metà del PD realizzerebbe i sogni di Chiesa e centristi di ri-creare una bella DC in stile confessionale; si sa rifarla come prima sarebbe un doppio errore che è meglio non ripetere) e aprendo ai ceti "delusi" (ce ne sono? Si guardino i dati sull'evasione e qualche dubbio mi assale ....) dal Governo, la cosiddetta sinistra "radicale" (l'informe foresta di cespugli secchi) si dibatte fra il coma vegetativo e una respirazione forzata sempre in dubbio fra il proprio piccolo particolare e le aspirazioni terzomondiste, si fa per dire, da sinistra sociale del passato millennio. Chi manca? Di Pietro naturalmente il quale mentre prende voti a sinistra e destra tende contemporaneamente la mano per "larghe intese" e, come dicono i giornali di destra, chiede poltrone: nulla di nuovo? O meglio c'avete capito qualcosa? Si? No? Bene; se avete in mente la prima di risposta allora fatevi avanti e spiegate; se avete in mente la seconda allora WELCOME fra i comuni mortali che sempre di più si guardano in giro alla ricerca dell'Ebreo errante che forse è maggiormente certo di qualunque politico italiano in questo momento. Ma perchè tutto ciò? Perchè mai come ora è tutto appeso ad un filo: la destra populista è pronta ad esplodere ai primi segnali di cedimento del Capo; la destra economica, il PD, liberista è sempre in bilico fra rincorrere la copia originale, il PdL, e la scissione centrista; la sinistra, cosiddetta, radicale è praticamente data alla storia e alla critica roditrice dei topi (....); Il paese va per conto suo e i problemi sono sempre tutti lì; chi rimane? Lui, naturalmente, chi altri sennò ma proprio lui si quello, come si chiama? Di Pietro che ha fatto dell'antagonismo berlusconiano la fonte delle proprie fortune va con il vento in poppa forte sia del consenso dei delusi dal PD sia della delusione dei ceti che prima votavano per il Capo; sembra davvero la vera alternativa: ma quando Le roi soleil non ci sarà più? Non è che tutta questa agitazione sotterranea è in funzione delle prossime elezioni regionali? Il sospetto c'è; gli investigatori stanno scavando nel passato della vittima, la democrazia, per capire cosa è accaduto e verificare gli alibi che noi cittadini abbiamo per l'ora in cui essa è deceduta.........
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore