domenica 18 ottobre 2009

Battaglia a Rio: un'altro fallimento dei bei sentimenti.

E' battaglia a Rio de Janeiro: prima fra bande e poi con la polizia (che non ha mai brillato per garantismo ma in quelle circostanze forse non si può fare altrimenti), un'elicottero è stato abbattuto. Un vero bollettino di guerra. E non stiamo parlando mica dell'Afghanistan né del'Iraq ma di uno dei paesi definiti "nuove" potenze mondiali dove governa quella sinistra liberista, e un pò caciarona, che si pone come modello per gli altri paesi e fa sperare in un diverso sistema e in un alternativa al precedente regime: addirittura nel 2016 ci faranno le Olimpiadi e nel 2014 i Giochi. In principio forse poteva anche essere così (quando uno dei capi dei Sem Terra era nel Governo) ora invece non pare che ci siano molte differenze fra questo governo e quelli che lo hanno preceduto visto che le favelas esistono ancora e così pure le immense ricchezze che pochi, (pochissimi) ancora, detengono: certo hanno fatto programmi e hanno finanziato progetti, e poi? Nei fatti è cambiato solo la cosa che ora le armi le usano tutti e perchè tutte le contraddizioni che prima c'erano continuano ad esserci, anzi si sono aggravate negli anni fino a fare delle favelas uno stato a parte dove vige la legge delle bande e dei narcos e dove la povera gente continua ad essere tale e forse anche peggio. Dove governa la destra si sta male e si sa; dove governa la sinistra liberista non si sta meglio perchè anch'essa ormai condivide il quadro e il diegno liberista: che si fa allora? Ci mettiamo con le mani sulle gambe e aspettiamo che anche qui (già accade, del resto, che siano "problemi" nelle banlieu francesi o nei quartieri multietnici inglesi e nel sud italia) si vedano battaglie campali per la strada come a Rio? Aspettiamo anche qui il momento fatidico o cominciamo a pensare come cambiare strada mettendoci alle spalle queste strade che ormai sono note?
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore