venerdì 8 aprile 2011

Portogallo addio.....

E anche il Portogallo ha ceduto: ha chiesto l'aiuto (si fa per dire perché in realtà non farà altro che mettersi un cappio intorno al collo da solo mentre i portoghesi dovranno stringerselo, sempre da soli) del fondo UE per gli Stati falliti. Islanda, Grecia, Irlanda e ora il paese lusitano hanno fatto la scelta di rimanere fermi e lasciare che gli squali continuino a scorrazzare per il proprio paese riprendendosi i soldi prestati, ad un interesse ancora più alto dell'attuale 10% perché proprio oggi la BCE ha annunciato un "ritocchino" - si fa per dire - del 1.25% dei tassi ufficiali, e rimanendo esattamente come erano primi nonostante siano i primi, se non unici responsabili, della crisi che dal 2008 sta letteralmente affamando il pianeta (non penserete mica che le rivolte maghrebine siano solo per l'anelito di libertà, vero?) per permettere a quattro criminali economici di poter prima speculare sulla pelle dei cittadini e poi investire nel fallimento degli Stati cui gli stessi appartengono: che voi siate a conoscenza, qualcuno di questi loschi figuri (di cui in Italia abbiamo ampi e notevoli esempi sotto gli occhi incensati e riveriti) sia finito in galera dopo aver restituito il maltolto? A me no, e a voi? Gli Stati si sono svenati, o meglio i cittadini degli Stati sono stati dissanguati, per sostenere la finanza; come mai? Forse perché i ceti che oggi tirano le fila del potere economico e politico del pianeta potessero continuare a guadagnarci? Prendiamo la UE: chi sono i più accesi europeisti? Chi in questa UE di stampo liberista che consente la "libera" circolazione dei capitoli (ma non delle persone... provate ad andare in un qualunque paese europeo e chiedete se potete stabilirvisi e trovare un lavoro.... e poi ditegli che siete italiani e la frittata é fatta) c'ha guadagnato e continua a farlo: andando per eclusione non i lavoratori, dipendenti e artigiani; non i cassintegrati, gli inoccupati, gli emarginati, non i giovani, non gli immigrati (se non come manodopera da sfruttamento intensivo da contrapporre, come i cinesi, ai lavoratori e ai piccoli imprenditori indigeni), non i cittadini delle zone depresse (ce ne sono ovunque in Europa), non la gran massa degli islandesi, irlandesi, britannici, spagoli, lusitani,.... devo continuare? Non credo; escludendo queste figure il resto non solo c'ha guadagnato ma s'é anche arricchita e ora incensa la UE e ne difende i "principi" a spada tratta, come fossero propri. In un precedente mio post, sull'onda di quanto letto sui media, auspicavo che almeno i lusitani avessero il coraggio di cambiare strada: dire che non era possibile pagare e mandare a quel paese i creditori (banche tedesche, spagnole, francesi, cinesi, ecc.) rinegoziando con loro se scendevano a più miti consigli o dare vita la corso forzoso se facevano orecchie da mercante; in questo modo avrebbero salvaguardato i cittadini lusitani e messo fuori gioco gli squali della finanza (che ora non solo scommettono sul fallimento del Portogallo, ma già guardano alla Spagna con occhio di desiderio e all'orizzonte sanno già che ci siamo noi): Il segnale che il Parlamento lusitano aveva dato era chiarissimo: un no deciso ai "sacrifici" e rinvio al mittente delal richiesta; invece il Governo di "sinistra", ma anche se erano la destra non credo sarebbe stato diverso (anche lì le differenze son minime fra i due partiti .... gli allocchi ci sono anche lì che credono che uno sia sinistra e l'altro sia destra), ha (nonostante sia dimissionario) presentato ufficiale richiesta di aiuto: immaginate un governo dimissionario (e dimissionato) fa una scelta di politica economica importantissima almeno per le prossime due generazioni di lusitani. Come mai? Semplice: perché non il proprio elettorato ma chi conta davevro al suo interno temeva di perderci; il solito tema che da anni commentatori come Naomi Klein e Jeremy Rifkin (per dirne due che conosco ma la lista mi risulta un pò più lunga), osservando quanto avveniva negli USA nei decenni precedenti, definivano "socializzare le perdite per privatizzare i profitti" mettendoci sull'avviso. Avviso che evidentemente non abbiamo raccolto e ne abbiamo pagato, paghiamo e pagheremo le conseguenza....... noi cittadini non "gli europeisti" che ci stanno bene e aspirano a continuare a che nulla cambi, nulla!!!!!! E perché mai poi se proprio il sistema é congegnato proprio affinché i cittadini e gli Stati debbano indebitarsi "affinché l'economia giri (ricordate lo spot del Governo di qualche anno fa, mi pare proprio della destra demagogica)"? In Italia, poi, che sarà la una delle prossime nazioni ad assaggiare il morso degli squali (forse i cinesi ci salveranno perché hanno tutto l'interesse a che nulla cambi ... però'sti tanto vituperati comunisti, non male vero? Sarà un caso che Tremonti tenga lezioni all scuola cinese di economia? Sarà un caso che stanno arrivando fondi a mantenere il nostro paese?), dovremmo cominciare a prepararci per tempo per parare il colpo: invece .... invece o stiamo tutti in ansia affinché l'amato capo possa salvarsi dall'ennesimo "attacco" dei comunisti o assistiamo sorridenti e contenti (chi era presente non ha né sorriso né riso né altro però) per l'ennesimo show dello stesso amato capo che oggi ha fatto alla premiazione a Roma per le Giovani Eccellenze del progetto «Campus Mentis», nel cortile di Palazzo Chigi insieme al ministro della Gioventù, Giorgia Meloni. Naturalmente vi risparmio il video...... e pensare che proprio i media proprio oggi hanno messo l'accento sulla enorme difficoltà che in questi mesi le famiglie italiane hanno a far quadrare i propri conti e pagare tasse, tariffe, bollette e tutto il resto: e lui che fa? diverte e si diverte.. sarà suo il regno dei cieli?
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore