martedì 28 giugno 2011

.. ancora sulla tav: perchè non s'ha da fare?

Argomenti a favore: "opera strategica, fondamentale per lo sviluppo del paese, non se ne può fare a meno, impegno internazionale; la vuole l'europa; una minoranza non può mettere a repentaglio l'interesse nazionale; porterà lavoro; se non si farà si perderanno i fondi europei e lo Stato non potrà stanziare i 15, ma alla fine saranno 36 (quasi quanto la finanziaria per risollevare il paese...), miliardi di euro per cominciare i lavori; saremo tagliati fuori dal continente e dalla sviluppo prossimo venturo; non si abbatterà l'inquinamentio acustico e da CO2; ecc. ecc.". A leggerli e, soprattutto, a sentirseli ripetere in tutte le salse c'è quasi da crederci e occhi chiusi e si é anche portati a prendersela con i valligiani che vi si oppongono, vero? Ma una cosa io ho notato: i dati tecnici a favore dell'opera dove sono? Gli studi fatti dove sono? Perchè non sono pubblicati? Le prospettive di sviluppo per la valle e per il nord ovest del paese dove sono? Provate a cercali e rimarrete delusi: non c'è quasi nulla di concreto, solo statistiche e affermazioni generiche ma di concretamente studiato, poco o nulla. Almeno in rete.

Argomenti contro: una montagna. Per farvi solo un esempio: andate su: notavtorino e troverete tanta di quella roba (ragioni della protesta, proposte alternative, studi geologici, impatti ambientali, storia della pratica in corso, ecc.) che ci vuole una settimana per leggerla tutta: io c'ho provato a partire dalle 17 di oggi e non sono arrivato nemmeno a metà e mi son dovuto documentare per capirci qualcosa. Una mole di documenti enorme prodotta dai tecnici (legali, di settore, ecc.) e dai valligiani che non è stata minimamente presa in considerazione dalla controparte e dai media, tranne eccezioni, che ha continuato imperterrita per la sua strada. E' giusto che politici di tutti gli schieramenti e di tutti i governi succedutisi da 20 anni a questa parte ignorino questi cittadini? Ed è giusto che la mole di documenti prodotta sia cestinata un secondo dopo essere stata prodotta? Cos'è un punto di principio? Una questione di riaffermare la supremazia della politica sui sudditi? O ci sono anche interessi economici che hanno legato mani e piedi alla casta politica coinvolta dall'odore dei soldi e delle prebende in ballo a tal punto da non capire che quell'opera è sbagliato farla lì dato che a pochi chilometri dalla valle c'è un passante ferroviario pronto all'uso che può essere riattato all'uopo con metà della spesa preventivata? E sanno che il traffico merci da e per la Francia è in calo vertiginoso da un decennio? E ci spiegano perché non è mai stato sciolto il nodo se farvi passare i treni merci ad alta capacità o i passeggeri a 300 km e oltre all'ora? No qui l'affare si è ingrossato troppo, parafrasando una frase di una canzone di Arbore, per essere messo da parte e quindi ecco la repressione e l'uso della forza contro civili che dofendono il proprio territorio come unica risposta possibile per non doverne dare altre molto più imbarazzanti per la casta. sia chiaro io sono contro la violenza in qualunque forma: ma se li metti nell'angolo cos'altro possono fare? Qui non siamo in Iran o in Cina: sulla carta siamo un paese democratico che è basato sulla sovranità popolare e quindi lo Stato, dove ci sono rappresentanti dei cittadini eletti .... pardon nominati, dovrebbe essere sintonizzato sui bisogni dei cittadini e sul loro comune sentire, o mi sbaglio? Qui invece pare che sia il contrario: i cittadini sono un souvenir da usare quando serve allo scopo per poi rimetterli a posto datogli quando l'uso è finito: così non va; così proprio non va.... finiamola con la leggenda della sovranità poplare: lo si è visto anche con i referendum; un ora dopo i risultati in tv e in radio non c'erano i promotori ma i partiti che vi hanno messo sopra il cappello. E' questa la democrazia secondo loro? Secondo me no...

Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore