giovedì 23 giugno 2011

.. e dopo il (non) sviluppo, la finanziaria ... o meglio i tagli

Già, pensavate che fosse finita qui, vero? No cari amici che pagate (tutte) le tasse: l'amaro calice, in puro stile greco non islandese (magari..), va bevuto tutto, anzi ingurgitato a forza. Arriva la finanziaria. E con essa arrivano i tagli tanto attesi: l'evento si svolgerà in Roma (chi volesse partecipare non dovrà far altro che aspettare la sua approvazione) e il suo estensore ci farà partecipi tutti ad approvazione avvenuta. Tranquilli! sto Governo non vi metterà le mani in tasca, mai successo (..), no si prenderà le tasche direttamente e le gestirà lui: noi non siamo capaci; mica penserete di esser capaci di pensare anche ad esse (visto che negli ultimi 17 anni non lo avete fatto sennò non ci ritroveremmo messi così male), ci vuole qualcuno, possibilemente straricco contornato da adoranti compravenduti, che vi aiuti a gestire le entrate e soprattutto le uscite. Vogliamo parlarne o vi rovino la cena? Cosa bolle in pentola? 3 miliardi per quest'anno e altri 5 nel 2012 e, se la crescita non deperisce ancora e va sotto l'1% (perché a quel punto di miliardi ne serviranno in totale 60..), ben 35 miliardi di euro fra il 2013 e il 2014: ma quelli saranno un problema del futuro sfigatissimo governo che dovrà farli, non dell'attuale. Elimineranno le Province? No. Taglieranno i benefit ai politici, parlamentari e non, che si sono appena aumentati di 1100 euro il proprio stipendio? Nooooo, siete matti? Stanno tenendo duro per far durare la legislatura e guadagnarsi la meritata pensione e voi gliela volete togliere, che str.. che siete, proprio ingiusti. Questa è retorica bell'è buona...... no mi spiace la realtà è diversa....

  1. PENSIONI. Oltre all'abbassamento del rendimento dei contributi, già fatto (e che fruttato il piccolo risultato che un pensionato su due non ha più di mille euro di assegno pensionistico), si anticiperà la riforma ultima e si porterà a 67 anni l'età per andare in pensione dal 2020 e per le donne nel privato a 65; naturalmente si farà qualche ritocchino per le pensioni d'oro e i bonus per banchieri (immagino che moriranno di fame dopo) e null'altro.
  2. PUBBLICA AMMINISTRAZIONE. Tagli, presunti, alle auto blu; tagli a Ministeri, Enti locali ecc. (quindi addio a quel che restava del welfare, della scuola, dell'università, della sanità, addio alle detrazioni ecc.), blocco dei contratti, questo blog lo diceva un anno fa, fino a oltre il 2014 e nessuna assunzione, anzi forse qualche licenziamento e precari via........
  3. RIFORMA FISCALE. Non si saranno mica messi in mente di dare a chi ha di meno? Scordatevelo. Tre aliquote e sconti a gò gò a chi guadagnerà più di 40 mila euro perché la terza aliquota sarà in proporzione bassa per loro e gli altri si arrangino..... per quanto riguarda l'iva la discussione è accesa perché se si alza i prezzi aumentano e quindi sale l'inflazione per tacere dei minori consumi e della ulteriore depressione della domanda, bazzeccole. In compenso, ma questo è fuori dalla finanziaria, hanno appena alzato il limite dei tassi oltre il quale si parla di usura: quindi le banche potranno picchiare duro sui mutui e sui prestiti a scapito dei cittadini che vi hanno a che fare.

Vi è passata la fame? Mi spiace... ma si deve affamare la bestia perché reagisca, vero?

Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore