domenica 24 luglio 2011

Alziamo il velo sul fondamentalismo?

Chi era il mostro che ha fatto la strage in Norvegia? E' un caso isolato oppure é frutto di un cancro che sta crescendo dentro la società occidentale? E da noi? Il mostro ha tra i propri interessi: il body-building; la massoneria; l’odio per la società multiculturale e multirazziale; aveva letto il filosofo inglese John Stuart Mill (del quale amava ricordare la massima: "Una persona con una fede ha la forza di 100 mila che hanno solo interessi"). La sua ideologia è decisamente varia: membro di terzo livello (su dieci) della loggia massonica norvegese di San Giovanni Olaus il cui motto è "e tenebris ad lucem" (dalle tenebre alla luce); dal punto di vista politico é iscritto tra il 1999 e il 2006 alla sezione giovanile del Partito del Progresso (Frp), formazione nata nel 1973 come movimento di rivolta fiscale che, sebbene di chiari orientamenti conservatori, non può essere considerata estremista, ma piuttosto una sorta di Tea Party alla scandinava: è il secondo partito nel Parlamento, con 41 seggi. Sia chiaro che non credo ci sia un diretto coinvolgimento di questa formazione nell'attentato ma qui il problema non è la versione "istituzionale" ma il substrato culturale e ideologico che spingono una mente distorta come questa prima a dare sfogo in rete il suo malcontento e poi a passare ai fatti: con le conseguenze che tutti abbiamo sotto gli occhi; e non è nemmeno il primo caso perché l'attentato a Oklahoma city ha le sue radici sullo stesso substrato e reprimere non basta perché qui bisogna affrontare il problema alla radice, senza solamente reprimerlo perchè fa di questi pazzi dei martiri, ma combatterlo seriamente dal punto di vista culturale e ideologico: e se in un paese come la Norvegia (come in Svezia e, per altri motivi, in Finlandia) non ci sono riusciti come pensiamo di superarlo qui in un paese come l'Italia dove è tutto lasciato alle forze di polizia, quindi repressione, e nulla si fa dal punto di vista culturale (anzi la scuola pubblica, unico baluardo di laicità, da noi è affossata e viene dato spazio a scuole private segnatamente religiose dove sicuramente insegnano tolleranza e multiculturalismo ma dove si possono anche correre rischi di creare crociati e non cittadini consapevoli)? Ho letto che un politico del partito cui era iscritto il "nostro" terrorista cristiano ha dichiarato che "incontrare Breivik era come incontrare Hitler alla vigilia della Seconda guerra mondiale". Perché è questo il problema: sta nascendo, nel cuore delle correnti cristiane, il terrorismo di ritorno prima contro valori laici ed etici (come non ricordare che le cliniche statunitensi dove sono praticati le interruzioni di gravidanza devono essere vigilate da guardia armate e i medici che le praticano sono stati spesso uccisi da fondamentalisti cristiani) e poi contro la politica, anche quella di destra, che non sa rispondere a queste spinte. Il passo è breve: prima la martellante propaganda prepara il campo; poi si spinge sull'acceleratore sui valori fondamentalisti omettendo naturalmente la parte "evoluta" del cristianesimo richiamandone le origini (spesso in maniera non oggettiva, anzi decisamente distorta) e infine si arriva alla fidelizzazione dei seguaci con parole d'ordine che hanno più della crociata che della religione. E' noto negli USA che il Tea Party è sola punta dell'iceberg che vede alla base movimenti religiosi e destra neonazista fare proseliti fra ceti meno abbienti e facilmente raggiungibili della società americana; è anche noto che negli USA sempre questi movimenti hanno scalato qualla s.p.a. che è il coservative Party e hanno ora la maggioranza nel Parlamento americano (stanno dando filo da torcere a Obama opponendosi al piano di rientro del deficit dello Stato americano che colpisca i ricchi .... fino al punto di far fallire lo stesso Stato americano; molti di questi movimenti sono fermamente convinti che siamo prossimi all'armageddon e che il mondo sta per finire e quindi scientemente, termine poco appropriato per pazzi così, ne stanno creando le condizioni affinché avvenga ... una pura follia) e da lì condizionano tutta la società, tutta: non è un disegno, molto poco intelligente ma funziona, o un complotto ma semplicemente un disegno di conquista e rimodulazione di una società a propria immagine somiglianza che guarda al futuro e che vede gli USA come un baluardo di uno Stato etico che imponganla propria visione all'intero pianeta dimenticando che questo paese è figlio, degenere, dell'europa e della sua immigrazione e che hanno trucidato i popoli indigeni di un intero continente (si parla di un olocausto di oltre 200 milioni di persone, una cosa molto poco cristiana a ben pensarci) per stanziarvisi. E in Europa non siamo molto lontani: molti movimenti "crociati" sono al governo in molti paesi, il nostro paese compreso, e spingono fortemente per far passare idee eugenetiche e di suprematiste di stampo malthusiano che fanno impallidire il nazifascismo e gettano il seme dell'odio per future guerre di conquista dell'occidente; anche in Italia siamo nel pieno di correnti di questo genere: sia fra l'incudine della gerarchia cattolica che vuole fare del nostro paese l'ultima ridotta contro il laicismo e il martello di movimenti razzisti e xenofobi che hanno fatto presa in zone del nostro paese e creatosi spazio culturale e politico crescendo a tal punto da condizionare la linea politica dell'intera nazione: il tutto condito da una politica chiusa nel suo castello di cartas più occupata dai propri problemi che da quelli della sottostante società! Altro che internazionale jihadista; qui la jihad ce la stiamo costruendo in casa in versione occidentale... mentre nei paesi cui viene imputata invece sta avvenendo esattamente l'opposto: le società che ci hanno messo di fronte come "integraliste" si stanno svegliando e i giovani spingono proprio per conquistarsi quei valori, qui acquisiti o almeno così ci dicono che sia (ma nutro dubbi), che non hanno conosciuto perché governati da satrapi e dittatori (che qui definivamo "moderati" perché corrotti da noi e dai nostri soldi) cui ormai stanno stretti......
testi e fonti di riflessione:
  1. Il libro che nessun papa ti farebbe mai leggere, di T. C. Leedom e M. Churchville; Edizioni Newton e Compton
  2. Il libro che la tua Chiesa non ti farebbe mai leggere (stessi autori e stesso editore))
  3. Il libro nero del Cristianesimo di Jacopo Fo, Sergio Tomat e Laura Malucelli, edizioni Nuovi mondi
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore