giovedì 20 ottobre 2011

Ci siamo liberati di un rais .. ma la battaglia globale per una reale democrazia? E' appena agli inizi.....

E' morto, amen: ha ricevuto quel che ha dato. Era un sanguinario opportunista messo dov'era dalla Cia; riciclatosi come grande finanziatore del terrorismo diventa nuovamente "amico" degli occidentali quando Osama gli leva la scena ... con uno così non si sapeva mai come andasse a finire un alleanza: con lui c'hanno trattato tutti dai francesi ... a noi (ci distinguiamo sempre naturalmente per esagerare, ricordate il baciamano?). Naturalmente ora tutti dimenticano il passato: è normale. Però, particolarmente per la Libia, non dobbiamo dimenticare che pur se la guerra é finita la vera battaglia, quella per la quale é esplosa la primavera araba (madre delle altre primavere occidentali), é tutta da combattere: la richiesta sale dalle masse ma le élite, rimaste esattamente dove sono, continuano a fare orecchie da mercante e a guardare altrove: ci si é chiesti come mai? Io una risposta me la son data: perché quelle élite sono figlie dell'occidente e sono corrotte fino all'osso e hanno troppo da perdere se mai dovessero aprirsi a una reale democrazia come chiesto dai popoli del Maghgreb. Gli stessi occidentali non lo vogliono: le risorse fanno gola e se davvero dovessero nascere regime realmente democratici il prezzo che dovrebbero pagare é altissimo in termini politici ed economici. Abbiamo un debito enorme con questi popoli, anzi con l'intera Africa e ciò terrorizza le nostre élite che a sua volta si sente sempre di più traballante perché arrivano colpi su colpi non sono dai "possedimenti" oltremare ma anche dall'interno...... la protesta contro il sistema venuto su dopo la caduta del muro di Berlino sale d'intensità e s'intensifica e anche qui il regime trema e si arrocca: formalmente siamo un paese democratico ma con questi che ci sono ora nei fatti la nostra democrazia é bloccata, chiusa e se non sarà liberata in fretta e presto rischia di trasformarsi realmente negli ultimi giorni di ..... Pompei a esser buoni. L'ha compreso il movimento 15 ottobre .... e l'hanno compreso anche i violenti naturalmente (visto quello che é accaduto in grecia? Se anche qui ci fosse stato un serio servizio d'ordine interno al corteo..... ma con il senno di poi si sa....). Ha ragione Grillo (FRA PARENTESI E' INUTILE RECRIMINARE CHE IL MOVIMENTO 5 STELLE FA PERDERE O VINCERE QUESTA O QUELLA FACCIA DELLA STESSA MEDAGLIA, OGNUNO E' CAUSA DEL SUO MAL E SE SI CI SONO PERSONE CHE LO VOTANO LA COLPA, SE COLPA C'E', E DI CHI NON SA FAR ALTRO CHE RICICCIARE LE STESSE COSE A OGNI ELEZIONE): é inutile continuare a illudersi qui bisogna cambiare e mandarli a casa prima possibile e solo così possiamo avviare, prima, la ricostruzione (stavolta non facciamoci infinocchiare dal primo venuto) e poi un cambio di sistema completo a 180° che abbia come bussola non il PIL e la crescita ma l'affermazione di un economia sociale che consenta si a chi merita di farsi avanti ma senza mai lasciarsi indietro che non ce la fa perché son convinto che è vero che non tutti possono diventare economisti, matematici, fisici ecc. ma é, anche, vero che chiunque se vuolepuò imparare a essere un artigiano del legno, un carpentiere, un operaio e quant'altro perché tutti proprio tutti hanno diritto a un futuro: e lo Stato NON deve fare da bancomat ma semplicemente garantire che le inevitabili diseguaglianze non si traducano, imparando dal passato, in handicap per chi é svantaggiato e privilegio per chi in un modo o nell'altro si trova a salire nella scala sociale: é una battaglia globale contro il liberismo, se la si perde rimane realmente la speranza di vincere alle varie lotterie, o di avere il corpo giusto per il reality o per il riccastro satrapo di turno........
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore