mercoledì 4 aprile 2012

e questa sarebbe un riforma del mercato del lavoro?

Allora il liberalismo richiede che in presenza di mercato, qualunque sia la natura di questo mercato:




lo Stato debba essere regolatore neutrale, quindi non parteggiare;

visto che, come dice la ministra, su quello del lavoro ci si scambia servizi (chi offre e chi vende lavoro) le condizioni nello scambio debbono essere tendenti, se non, alla pari;

come ci sono delle regole per chi offre lavoro (lavoratori), ce ne devono esere anche per chi chiede lavoro (imprenditori);

lo Stato liberale, inoltre (e a differenza di quelli che si richiamano a Bentham, liberisti, o a Pareto, deve procedere a creare una rete che assicura chi cambia o perde il lavoro una protezione forte per impedire che possano conoscere la povertà e affrontare con serenità il futuro e la ricerca del lavoro stesso; così come quando ci sono periodi di crisi economica lo Stato s'impegna a intervenire, liberalismo nella versione keynesiana che impedì agli USA di finire nel quarto mondo nel periodo 1918-1932 ossia la fase acuta delle cosiddetta grande depressione, direttamente per rilanciare l'economia chiedendo anche un contributo a chi ha di più;

lo Stato s'impone di mettere in campo linee di politica economica-industriale che permetta agli imprenditore di riprendere l'accumulazione per reinvestire con politiche anche fiscali: sia con una aumento della fiscalità sui patrimoni finanziari sia con riduzione sulle tasse per chi investe e non fa il rentier; oltre che pompare soldi nel mercato per spingere a costo di favore gli imprenditori a investire.

Vi risulta che oggi queste "misure" siano state decise o almeno prospettate?



Da quando c'é la crisi tutti gli Stati coinvolti non hanno badato a spese per aiutare il mondo finanziario (vero responsabile delle bancarotte) e sostenerlo, svenandosi...... anzi svenandoci, altro che neutralità;

il ruolo dello Stato anziché essere quello di controllore é stato quello di parteggiare per una parte eliminando buona parte delle norme di garanzia poste in precedenza ...... per esempio la dimissioni in bianco che non sono state eliminate ma....... quasi, come dice la Ministra, chissà perché è quel quasi che mi preoccupa;

come il sub 2) non ho visto introdurre misure che impediscano agli imprenditori di fare il proprio comodo, anzi ...... si parla di art.18 spacchettato ma non di regole per impedire agli imprenditori di prendere, ad esempio, soldi (magari a fondo perduto) e poi filarsela in Serbia o altrove; almeno a me non risulta;

a parte la nuova cassa integrazione e il reintegro, altre misure di protezione per i lavoratori? Se ne avete conoscenza fatemelo sapere perché io la conferenza stampa l'ho ascoltata, alla radio, tutta ma può essermi sfuggita qualcosa....... né mi risultano misure che aumentino e incentivino la domanda attraverso la riduzione delle tasse o le assunzioni, anzi mi sa che ci sarà il suo contrario;

quante sono le risorse messe in campo (ossia la paccata di miliardi) per fare questa riforma? Se già ci son stati rilievi per mancanza di copertura per le cosiddette liberalizzazioni da parte della Ragioneria dello Stato, quanti rilievi saranno fatti con le somme previste per quest'altra riforma?

...... era proprio l'art.18 che impediva alle orde straniere di scendere nel nostro paese e investire? Siam proprio sicuri che non siano altre le misure da prendere, ad esempio come:



snellimento dei riti giudiziari;

eliminazione della corruzione diffusa;

soppressione delle mafie;

snellimento delle procedure cosiddette burocratiche senza per questo eliminare tutta la legislazione in materia di appalti;

lotta ai furbi e furbetti;

lotta all'evasione;

guerra alla voracità della finanza;

eliminazione, si spera definitiva, dell'ingerenza della politica negli affari.

a mio parere i veri imprenditori questo vogliono e dopo, molto dopo, si sarebbe potuto discutere di riforme del lavoro e del suo mercato........
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore