mercoledì 20 giugno 2012

Una bella maturità.. ma cosa poi ne rimane?

Lontani sono i tempi della nostra maturità ma, dopo aver letto le tracce che oggi i ragazzi si son trovati di fronte nella prima prova di esame, son rimasto di sasso: conosceranno questi autori i nostri ragazzi se é vero che secoondo i test PISA sono fra i più "ignoranti" dell'OSCE? O, nonostante le riforme fatte da Berlinguer alla Gelmini, i nostri ragazzi nella loro maggioranza "sanno" e possono serenamente affrontare questi temi, peraltro, ritengo, abbastanza problematici da affrontare? Da Montale alla Harendt che argomenti sono stati tirati fuori quest'anno; personalmente, quando feci la maturità, dovetti affrontare la traccia "il sonno della ragione genera i mostri..."ma si parla del ... 1979, un epoca fa. Nel frattempo la scuola é stata svuotata, deperita, ridotta a fantasma del bel tempo che fu (semmai c'é stato un "bel tempo che fu" perché, vista, e nonostante, la Costituzione da subito i ministri DC dei vari governi che dal '48 in poi hanno pervicacemente lavorato per ridurla ai minimi termini): un cardine sociale che é stato fatto venir meno volontariamente. Che sia un inversione di tendenza? Non ci credo proprio; piuttosto é facile che questo "rigorismo" sia solo di facciata: ben sanno a Roma che il più gettonato sarebbe stato (com'é poi realmente stato oggi) quello sui giovani; non poteva essere altrimenti peraltro perché le altre, a seconda dell'indirizzo, erano improponibili visti i programmi come sono svolti oggi e vista la scarsa preparazione data agli studenti... insomma un occasione persa, l'ennesima, per una genrazione che dovrà affrontare un mondo che non é costruito intorno a loro ma anzi li tiene ai margini come neo-lumpenproletariat da sfruttare, abbindolare, sottopagare, raggirare e quant'altro e quindi non é utile ai ceti dominanti che crescano cittadini forti culturalmente e preparati ad affrontare la, cosiddetta, vita ma piuttosto sono più utili come massa di manovra nella quale ogni tanto pescare qua e là giusto per fargli assaporare il posto al sole: il tutto al netto di quelli che fanno strada o perché figli di papà o perché.. hanno doti "d'immagine" che sanno sfruttare sapientemente con i quali trovare scorciatoie ed essere esempi per gli altri.... triste, vero? Un paese che rinuncia, e non da ora, a dare certezze ai propri giovani (se non quello di trovarsi un/una ricco/a ereditiera/o) non é che non ha "un" futuro ma non ha NESSUN futuro....... in bocca al lupo e non fatevi accecare dai lustrini: la vita dura ma affrontarla senza contare sulle scorciatoie é l'esperienza più bella che durante una vita si possa sperimentare: magari non si va molto lontano ma volete mettere l'enorme soddisfazione del mandare al diavolo i vari venditori di fumo che vi circondano ogni singolo giorno per carpirvi l'unico vero bene che avete (oltre che in moltissimi casi una splendida intelligenza poco sfruttata perché non richiesta, anzi decisamente non di moda) ... proprio la vostra gioventù, i vostri 20 anni che arrivano e passano una sola volta nella vita. Fate poi tutte le scelte che sentite di fare, ivi compreso il continuare gli studi, ma non dimenticate mai che oggi nulla vi é concesso e tutto lo dovrete strappare con la vostra volontà e le vostre capacità, piccole o grandi che siano, perché altrimenti non sarete che sfondo, orizzonte indefinito, il nulla insomma....
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore