venerdì 19 aprile 2013

Prodi? No. Addio agli ultimi fuochi.. bye bye pd

Marini, Bindi (che non era candidata ma se dimessa da Presidente del partito), D'Alema, Chiamparino, Prodi.... tutti bocciati dai loro stessi elettori parlamentari (il clone pdl s'è defilato dopo la bocciatura di Marini).
Insomma le guerre stellari continuano senza nessuna possibilità di tregua: il dna non si smentisce; è come la matematica: non è un opinione che la sinistra italiana è votata al martirio autolesionista. Già quando morì il PCI ci furono scissioni su scissioni in un vorticante routillon da cui ne è uscito di tutto: dai cespuglietti senza futuro a un ibrido contenitore che voleva essere il copia/incolla dei democrat americani e invece non riescono nemmeno a essere un partito liquido..... al più un insieme di notabili più simili alla dc dei bei tempi andati che al partito cui volevano somigliare.
Questi qui parlavano di terza repubblica, ma qui mi pare che stiamo scivolando sempre di più verso la repubblica delle banane di stampo sudamericano che ben fotografò woddy allen nel noto film, nemo profeta........
Se volevamo una fotografia dello sfascio del paese ce l'abbiamo in questi giorni in parlamento: un paese che non ha coraggio e non ha una visione, sia pur minima, del futuro che esprime un ceto dirigente non solo senza un passato ma senza la minima capacità di immaginare un qualche progetto di futuro politico....
Se M5S rimane sul punto di Rodotà ben presto anche il clone comincerà a perdere pezzi perchè qui la guerra non è per dare un candidato spendibile ma verso il suo segretario, Bersani, che pagherà per tutti e per i suoi errori grossolani con la zampino di chi ha sempre mal sopportato questa figura tragedica di fine regime perchè ne ha sempre mal sopportato la storia pensando che fosse strumento di qualcuno e che ha dimostrato anche un qualche capacità di giudizio quando si mise sull'attenti all'input di monti sostenendolo con molte riserve... ora non serve più e si cerca di mandarlo a casa in tutti i modi, anche mandando all'aria un cosa non proprio facile ma nemmeno impossibile come l'elezione del Capo dello Stato. In realtà il problema è proprio lui a quanto pare: senza di lui molto probabilmente si arriverà a un centrista bipartisan cosa che con lui era quasi impossibile... e con lui tutto il ceto dirigente di quel partito che dal '92 a oggi non ne ha azzeccata una che fosse una.
Chi rimane? Rodotà.. ha tutti i requisiti, perchè non votarlo?
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore