giovedì 3 gennaio 2008

La doppia etica dei crociati antiabortisti

Un'altro aspetto poco considerato della crociata antiabortista è il progresso della tecnica medica dietro la quale i nuovi crociati tendono a nascondersi per riformare la legge 194 sull'aborto. Affermano infatti che visto il progresso della tecnica medica che consente di salvare prematuri anche molto piccoli si devono restringere gli ambiti di "permissività" dati dalla legge in questione. Detta così sembra una cosa ragionevole, la medicina progredisce e consente maggiori possibilità di salvezza ai feti: Nautralmente, come sempre il diavolo è nei dettagli, omettono di dire molte altre cose: il diritto delle donne alla scelta; la tecnologia di cui parlano è la stessa che hanno demonizzato quando c'era in fieri il referendum, fallito, per la bocciatura della legge 40 sulla fecondazione assistita e la diagnosi preimpianto. Sul primo punto, nonostante gli italiani siano capaci di badare solo al proprio ombellico, la questione non è medica ma etica: il diritto della donna ad abortire è sacrosanto perchè solo le condizione che la portano a questa decisione non pubbliche nè devono interessare la società italiana, soprattutto nella parte più retrograda, tantomeno lo Stato che ha il dovere però di strapparla alla clandestinità dandole l'opportunità di farlo in sicurezza e con tutti i crismi dell'anonimato e dell'assistenza psicologica: ed in questo la 194 era ed è all'avanguardia nel mondo occidentale ed ha funzionato così bene che non solo altri paesi ce l'hanno copiata ma è comunemente definita "SAGGIA" e misurata (UNA COSA STRANA, FORSE CHE ALLORA C'ERANO PERSONE SAGGE A DIFFERENZA DI OGGI? LA RISPOSTA EVIDENTEMENTE E' Sì E NON SI FACEVANO CONDIZIONARE, PUE ESSENDO CATTOLICI IN GRAN PARTE DALLA GERARCHIA RETROGRADA). Ma il punto vero è il secondo: la tecnica medica. E' la stessa tecnica medica usata in materia di fecondazione assistita e diagnosi pre-impianto e di eutanasia argomenti tabù per la minoranza cattolica, una domanda mi sorge spontanea: COME MAI ALLORA ESSA ERA DEFINITA KILLER, CRIMINALE, SOPPRESSIVA DELLA VITA ECC. ED ORA INVECE VIENE INVOCATA A GRAN VOCE PER LIMITARE IN QUALCHE MODO LA 194 SULL'ABORTO? Si deve pensare che evideentemente per i "crociati" l'etica sia a due facce: quando è funzionale al loro disegno oscurantista, medievale, teso ad instaurare una teocrazia patente e nascosta ai più allora la tecnica suidicata è "buona" quando invece essa confligge con i loro interessi e disegni allora è paragonata ala pena di morte, demonizzata, da vietare per legge ecc, addirittura qualcuno è arrivato a proporre di introdurre un ticket per la prima "prestazione" abortiva e poi il pagamento della tariffa intera per le successive nel caso delle donne, in particolare per quelle extracomunitarie che sono la parte che tiene su le percentuali deglia boti nel nostro paese: perchè la legge 194 ha funzionato, GLI ABORTI IN ITALIA SONO DIMINUITI!! Questa doppia morale è possbile oggi perchè le grandi ideologie e i partiti di massa sono spariti; ed è anche possibile perchè l'attuale ceto politico è attento solo al mantenimento dello scranno parlamentare e all'immagine che produce voti e di conseguenza non sono insensibli nè al soldo nè all'influenza di una potenza politica, finanziaria ed economica come la Chiesa. Si ora che la legge 194 è al centro del dibattito politico ci sono state le reazioni di allarme, in particolare dalla cosiddetta "sinistra" ma fa tutto parte del gioco: alla fine se si riuscirà a mettere mano alla legge e solo il referendum (ammesso che qualcuno abbia il coraggio di prendere firme) potrà fermarli e semprechè non si alzi qualcun'altro che invochi l'astensionismo che è la vera arma fine di mondo nel nostro paese. Ma in realtà questa legge almeno una sua forza intrinseca c'è l'ha: è radicata nel comune sentire della società e perfino la minoranza cattolica (di cui molti adepti ne hanno usufruito così come per l'eutanasia), per quanto potente e influente sia, non si azzarda a mettervi mano per via referendaria sapendo (sennò l'avrebbe già fatto) di subire una sonora sconfitta che aprirebbe di nuovo il fronte della fecondazione assistita e della diagnosi preimpianto, per non parlare dell'eutanasia interrompendo l'offensiva integralista. L'unica via è la negoziazione nelle aule "sorde e grige" del Parlamento, purtroppo!!
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore