martedì 12 febbraio 2008

E Ferrara si fa il partito........

Continuando nella crociata cosiddetta "pro-vita" Ferrara sta pensando di presentare una lista che porti in Parlamento (magari federata con il PdL) la questione della difesa della vita e la legge 194 sulla base di tre principi: primo, nessuna donna è obbligata a partorire; secondo, nessuna donna deve essere perseguita legalmente perché abortisce; terzo, l'aborto è un male, va sradicato, non può essere utilizzato come strumento di controllo delle nascite. Tutto ovvio sulla base della vigente legislazione che riconosce proprio quello che Lui afferma e di conseguenza non ci sarebbe una novità vera se non fosse che proprio questi tre punti saranno usati come grimaldello per farla saltare svuotandola dall'interno e snaturandola: questo a mio parere è il suo obiettivo e anche quello (solo apparentemente minimale) della gerarchia ecclesiale perchè sanno che la 194 è nel dna della società e sarà difficile sradicarlo almeno per queste generazioni (in futuro chissà), e tentano di bypassare la società cercando l'accordo verticistico cone le elitès di entrambi gli schieramenti (nominalmente liberali entrambi ma in realtà senza nessuna chiara connotazione ideale e quindi impossibilitate a difendere quello che altri hanno messo in pratica ma tese comunquea ad auto perpetuarsi e rimanere sullo scranno a vita e quindi capaci di allearsi anche con il diavolo e/o l'acquasanta). Dal punto di vista prettamente politico in realtà l'operazione di Ferrara può essere letta come una conta, un referendum: ossia i voti ottenuti in questo modo comporteranno la verifica di quanto séguito abbia la materia, realmente, nella società e di quanti sono disposti a seguirlo: e questa non è una cosa di poco conto perchè se si dovesse considerarla da questo punto di vista il Nostro potrebbe, come credo che faccia e farà, considerarli una "base di aprtenza" da cui lanciare l'offensiva a una delle ultime conquiste sociali che ancora resistono all'attacco integralista e medievale che in questi anni si sta facendo sempre più aggressivo: ed è questo, a mio parere, il punto principale, ossia la negazione di qualunque idea liberale basata sul libero arbitrio e sulla scelta consapevole che pure aveva visto il Nostro fieramente schierato al fianco dei difensori della libertà della democrazia ma evidentemente deluso è ora andato a caccia di un'altra parrocchia nella quale appostarsi per continuare la propria ricerca affannosa di qualcosa in cui credere per non accorgersi invece di essere nient'altro che strumenti ora dell'uno ora dell'altro............
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore