martedì 12 febbraio 2008

A margine della tornata elettorale.......

Chi davvero rischia di restare fuori dai giochi a causa della scomposizione dei poli e rischia anche una conseguente perdita di posizione è la gerarchia ecclesiale che ha finora approfittato delle ramificazioni cespugliose presenti in entrambi gli schieramenti e si è creata una rendita di posizione con la quale condizionare i leader dei partiti maggiori nelle scelte e decisioni in materie che, a suo parere, facevano parte dei cosiddetti valori "irrinunciabili" (naturalmente in aggiunta alla cosiddetta linea Ruini che viene usata per condizionare pesantemente lo Stato e il Governo); ora invece con il PdL (sembra che non si fidino dell'attuale dirigenza) e soprattutto con il ParDem la cosa cambia e notevolmente dato che la "corrente" integralista è solo una infima minoranza e se non si creano le condizioni affinchè i cespugli integralisti si coalizzino fra loro o riescano a rientrare in uno dei due contenitori la cosa si fa preoccupante e tutto il lavorio fatto finora rischia di essere stato inutile e anzi dannoso data la sovraesposizione del Papa e della stessa gerarchia che rischia anche di perdere visiblità mediatica in seguito alla perdita di appeal presso la cittadinanza con le posizioni antistoriche e medievali aprendo la strada ad una revisione delle posizioni finora tenute dagli ex poli ed anche perchè ormai gli italiani sono così mediatizzati che dimenticano al volo tutto: in pericolo sembra in particolare la legge 40 così a loro cara ma chenon rispetta le donne e il loro desiderio di maternità. A mio parere però alla fine i cespugli integralisti troveranno, come sempre, uno spazio a destra data la voglia di vincere a qualunque costo di quella parte che avrebbe troppo da perdere da una seconda, ipotetica, vittoria del ParDem non tanto per il fantasma di programma (praticamente è l'uno la fotocopia dell'altro) quanto per le leggi in cantiere (una per tutti la legge sulla comunicazione che rimetterà in discussione l'assetto fra l'altro delle tv anche in seguito alla recente sentenza della Corte di Giustizia europea e la multa che l'italia rischia di dover pagare per il far west esistente) che non sposteranno di un millimetro la condizione degli italiani, in particolare i meno abbienti, ma fanno pendere gli equilibri di potere verso il centro pardemino e non certo verso gli interessi di "casa" del ras del PdL: come si vede le questioni di fede sono fuori dalla discussione politica della elitè e tali rischiano di restare se la diplomazia non riuscirà a far rientrare i cespugli integralisti in uno e/o nell'altro agglomerato che frettolosasmente chiamano "partito" ma che non è nient'altro che un cartello elettorale temporaneo. Potrebbero anche decidere di cercare l'avventura per conto proprio o creando un polo anch'esso di centro ma in questo caso il rischio sarebbe enorme e potrebbe funzionare solo se contemporaneamente ci fosse una mega trattativa sui vari livelli di tornate elettorali che si tengono in questi mesi: se l'election day fosse raggruppato in una sola tornata ci sarebbe non solo un bel risparmio per le casse dello Stato ma i cespugli sarebbero favoriti mentre se invece, come pare, non se ne farà di nulla e le tornate elettorali saranno suddivise allora il peso dei cespugli potrebbe essere inferiore alle attese e gli si spunterebbe l'arma principale di ricatto. Insomma come al solito un solo grande magma nel quale noi tutti ci perdiamo e mi chiedo se la cosa non sia voluta................
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore