sabato 22 gennaio 2011

laureato e censurato: mai requie per Saviano

Già mentre da un lato riceva la laurea ad honorem a Genova in Giurisprudenza, più che meritata, dedicandola, oltre alla propria madre, ai PM milanesi impegnati nelle indagini sull'amato Capo e sulle "signorine" che attorno a lui orbitano e, parassitandolo, vivono a sue spese (provocando l'orrore della figlia del Capo a sua volta capo di mondadori); in veneto i suoi libri sono censurati nelle biblioteche pubbliche insieme a quelli di altri scrittori rei di aver "appoggiato" Battisti: un chiaro pretesto da parte leghista e pdellina per fare i "conti" con gli scomodi controcanti. Il significato della laurea a un cittadino come Saviano é chiaro: si manda un messaggio alla società ligure, prima, e italiana, poi, di legalità ed é un messaggio forte che realmente fa da controcanto alla diffusa illegalità italiana oltreché alla penertazione malavitosa nel paese. La censura veneta é un pessimo segnale: si qualifica con un solo termine, ossia intolleranza per l'altro che non fa onore a una regione dove da sempre i valori civili e morali ne sono una delle bandiere che l'hanno sempre contraddistinta: non per nulla lì il volontariato ha una delle sue colonne più forti. Che strano paese é questo: capace di grandi gesti e passioni e di piccolezze degne di una repubblica delle banane e della peggiore specie per giunta...
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore