domenica 1 maggio 2011

Il Risorgimento d'Italia.....

Ma come dopo 150 anni ancora parliamo ancora di Risorgimento? Si. Perché il processo ancora non é terminato; ancora non abbiamo finito. Ha ragione Camilleri: ce ne dev'essere un secondo con una rifondazione del paese; e i giovani solo possono farlo, sarà forse per questo che li tengono ai margini? Li temono? Questo paese, fra le tante cose di cui ha bisogno, necessità soprattutto di aria nuova e solo coloro che non hanno tabù e hanno idee nuove possono farcela: più pedestremente potremmo parlare di "svecchiamento", ma sarebbe retorico. Dobbiamo innanzitutto liberarci degli scheletri che hanno accompagnato questo paese fin dalla sua nascita (una guerra di conquista del regno di Sardegna verso gli altri staterelli della penisola, con qualche annessione a margine) che ha visto l'eliminazione di quanto avevano teorizzato i "grandi" padri della nazione (tutti, poi, puntualmente delusi da come andarono le cose nella realtà); poi dobbiamo ancora liberarci delle scorie, radioattive e non, della storia recente: fatto tutto ciò solo allora potremo finalmente far nascere il paese che tutti vorremmo: si potrà parlare di merito e non di mediocrità; si potrà dare libero sfogo all'innata intelligenza e inventiva che ci viene generalmente riconosciuta ma che disconosciamo noi stessi per timidezza, anche se io sospetto per immaturità. Non avevo, e ne ho fatti tanti, mai visto un primo maggio così: facce giovani e consapevoli di se stessi e del futuro che questa classe dirigente, sindacale e non, gli ha rubato in nome di falsi miti come il mercato; operai in bilico con il lavoro urlare in faccia ai sindacati che era ora di cambiare strada sennò loro avrebbero cambiato il sindacato così com'é (e vi assicuro che il messaggio é arrivato); precari che con iniziative originali sono riusciti a far accendere le luci dei media sulla loro condizione, ecc. questa é un italia diversa che non vuole "qualcosa" dalla politica ma vuole "la" politica con P maiuscola, la loro politica. Hanno compreso prima di altri che questa politica li sta emarginando; hanno compreso che il corto respiro di un alito finanziario può rovinare un paese e hanno compreso che se é meglio andarsene per raggiungere il miraggio di un lavoro, hanno anche compreso che é qui che la battaglia finale per il futuro loro e nostro, che abbiamo fallito il compito di lasciargli un paese migliore di quello che abbiamo ricevuto, si svolgerà ed é qui che si dovrà svolegre lo scontro finale fra futuro consapevole e promesse vane di un mondo migliore che mai arriverà essendo solo una chimera inventata da chi ha interesse solo al perdurare del privilegio dei pochi pezzenti arricchiti a scapito degli altri...... hanno compreso che un intero sistema basato sul debito non ha futuro se non per quelli che lo creano per farlo pagare a tutti noi. Questo é il punto: vogliono che il campo sia abbandonato sennò come fanno a continuare a perpetrare il furto del futuro insieme a quello dei nostri soldi; in realtà ci odiano questi qua: odiano tutto e tutti coloro che in qualche modo si oppongono al disegno "intelligente" proposto e contrastano chiunque lo denunci facendogli la guerra con tutto quello che hanno perché solo la mediocrità li mantiene dove sono e il giorno che questi ragazzi decideranno che é meglio morire ridendo che vivere una vita strisciando per loro sarà finita, ecco negli occhi delle persone che osservavo ho visto la scintilla, e anche molti pompieri già pronti ...... per spegnerla
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore